Trump d'Arabia, Walmart contro Amazon e la migrazione degli alberi. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

Trump d'Arabia, Walmart contro Amazon e la migrazione degli alberi. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


“Non vedo perché odiare il lunedì. In fondo, è solo l’uscita unilaterale dal weekend…”

Carlo Alberto Carnevale-Maffè


 

America oggi

  

Come sta cambiando l’elettorato che ha votato Trump lo scorso novembre (spoiler: il legame emotivo con The Donald resta forte).

 

I dubbi di Netanyahu sulla svolta obamiana di The Donald. Il presidente americano, nella seconda tappa del suo viaggio, parla di "pace e stabilità" nella regione. Ma il governo israeliano teme le ultime dichiarazioni della Casa Bianca sulla soluzione a due stati.

 

Fedele alla linea. Dopo le forti critiche in campagna elettorale, il presidente ha sposato in pieno la visione saudita, anti Iran, del Medio Oriente. Spiega il perchè l'Atlantic.

 

No, non siamo ancora in “zona Watergate”, scrive il New York Time. Sui supposti legami tra Donald Trump e la Russia non ci sono (ancora) le prove di un vero ostacolo alla giustizia, da parte della Casa Bianca. In ogni caso in questi primi 2-3 giorni lontani da Washington, Trump e la sua squadra stanno riuscendo a tenersi lontani dalle polemiche interne sul Russiagate.  

 

Infine lo spiegone di Vox che chiarisce come in realtà siano tre le indagini in corso sui legami tra Trump e Mosca: una del Dipartimento di Stato, una della Commissione intelligence del Congresso, e una di una commissione creata ad hoc.

 

Stato dell’Unione

  

L’Ue promuove la manovrina, ma rimanda l’Italia all'autunno. Arriva la pagella di Bruxelles. Moscovici: “Nel 2017 rispettati i requisiti del Patto di Stabilità e Crescita”. Per il 2018, però, servirà uno sforzo: “Reintrodurre l'Imu sulla prima casa per i redditi più alti”. Padoan: “Non è una buona idea”… 

 

Quello che divide Merkel da Macron. La vittoria del francese favorirà l’integrazione? A parole la cancelliera è possibilista. Ma sulla riforma dell’eurozona prevale lo scetticismo.

 

In che modo i conservatori inglesi stanno guadagnando consensi nelle vecchie aree industriali tradizionalmente laburiste, nel racconto dell’Ft.

 

Occhio perché la Brexit rischia di rinfocolare vecchie divisioni in Nord Irlanda. E poi le scaramucce pre-negoziali tra Londra e Bruxelles.

 

Zitta zitta, la Germania sta costruendo(si) un esercito europeo sotto il suo comando!

 

Altri mondi

  

Sabbie arabe. A Mosul l’Isis avrebbe usato prigionieri come cavie per le armi chimiche. I documenti ritrovati all’università: testati pesticidi, come i nazisti. Più in generale in Medio Oriente i cristiani sono i nuovi ebrei e stanno scomparendo. Per il Wsj, ne approfitterà l’islam radicale.

Lungo periodo. Dieci trend demografici che stanno cambiando gli Usa e il mondo nel corso del 2017.

Guerra di mercato. C’è la farà il colosso Walmart a competere con Amazon sul ricco e iper concorrenziale settore e-commerce? Se lo chiede Bloomberg. Interessante.

Avanti un altro. Ford ha sostituito il Ceo Mark Fields con Jim Hackett, giudicato più adatto per rilanciare i profitti e portare il colosso automotive nell’era della nuova mobilità.

  

Mappa del giorno

 


 

Un riassunto degli ultimi 8 anni di lavoro in Italia. Siamo in fondo alla classifica Ue e ancora sotto ai livelli del 2008…

 


 

Personaggi

  

Philippe Etienne, la vera mente diplomatica di Emmanuel Macron, nel ritratto di Politico (via NightReview).

 

I cinque nuovi cardinali nominati a sorpresa da Papa Francesco.

 

La prima grande vittoria di Zverev. Atteso da tutti, il ventenne tedesco ha battuto Djokovic nella finale di Roma ed è entrato tra i primi 10 al mondo.

 

Argomenti di dibattito

  

Nuovo ordine? Perché la rielezione di Hassan Rohani in Iran e il viaggio di Donald Trump in Arabia Saudita segnano l’inizio di una nuova fase del duello Teheran-Riad per l’egemonia in Medio Oriente. 

Banche da ballo. Fra trame, sospetti e rumori fuori scena, il mondo del credito cerca di trovare nuove strade.

Che tempo che fa. L’esatto posto (e il ruolo) della scienza nel dibattito tutto politico sul “climate change”, nell’analisi di Foreign Policy.

In difesa del romanzo globale. No, tranquilli, non è l’annacquato prodotto dell’onnipresente neoliberismo…

 

Ossessioni

  

Post verità. Salvini e Calderoli dicono che per il G7 a Taormina sono stati finalmente bloccati gli sbarchi, ma non è vero.

Giusto e sbagliato. Il Guardian ha pubblicato i documenti interni che mostrano come il social di Mark Zuckerberg sceglie quali contenuti censurare, e quali permettere.

Luce spenta. La Siria vista dall’alto negli ultimi anni? Buio (via Pietro Minto).

 

Mettetevi comodi

  

Spie come noi. E’ stato uno dei più grandi fallimenti della storia della CIA. Tra il 2010 e il 2012 venti talpe della rete di spionaggio dell’agenzia in Cina furono uccise o incarcerate, e non si è ancora capito come (via Il Post).

Grande Mela. Wired ha dato un’occhiata in esclusiva alla nuova avveniristica sede di Apple a Cupertino (via Rivista Studio).

Migrazioni silenziose. Ah, gli alberi si stanno muovendo verso ovest, e nessuno sa perché…

Andavo a cento all’ora. Dentro la grande tradizione giamaicana di corsa, una scuola che ha prodotto tra le sprinter più veloci del pianeta (via Rivista Undici).

 

Se ne sono andati

  


 

Il pilota Nicky Hayden non ce l’ha fatta. È morto dopo 5 giorni di coma in seguito all’incidente che lo ha visto coinvolto mentre si trovava a bordo della sua bicicletta sulle strade di Misano…

 

 


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi