La legge sulla cannabis passa al Senato e i dubbi di Merkel sulla Brexit. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo giovedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

La legge sulla cannabis passa al Senato e i dubbi di Merkel sulla Brexit. Le notizie del giorno, in breve

Angela Merkel (foto LaPresse)

In Italia

È iniziato il G7 dei ministri dell’Interno a Ischia, sede scelta da Marco Minniti dopo il terremoto del 21 agosto. Durante la mattinata un gruppo di circa 125 persone, riunite sotto la sigla “stop G7”, ha protestato contro il vertice, che terminerà domani.

 


 

Passa al Senato la legge sulla cannabis per uso terapeutico. Il ddl è stato approvato alla Camera con 317 voti a favore, 40 contrari e 13 astenuti. Con il testo si fissano criteri di somministrazione uniformi su tutto il territorio nazionale.

  


 

“Per Tim si apre una nuova fase”, ha detto Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico, dopo l’incontro con Amos Genish, ad di Telecom Italia – il primo dopo la scelta del governo di ricorrere al golden power.

 


 

Nessuno sconto per i dirigenti Thyssen. Lo ha stabilito la Cassazione che ha bocciato il ricorso dell’ad e dei manager ritenuti colpevoli per l’incidente avvenuto nello stabilimento di Torino nel 2007.

 


 

Enac non imporrà sanzioni a Ryanair. L’Ente per l’aviazione civile ha fatto sapere che ha preso atto degli impegni della compagnia aerea, che cesserà le cancellazioni dei voli e crescerà del 6 per cento nel territorio italiano.

 


  

Borsa di Milano. Ftse-Mib -0,99 per cento. Differenziale Btp-Bund a 163,90 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,18 sul dollaro.

 


 

Nel mondo

Per Angela Merkel i progressi su Brexit sono “insufficienti”. La cancelliera tedesca ha detto a margine del vertice europeo che c’è bisogno di maggiori sforzi per “poter avviare la seconda fase del negoziato a dicembre”. “Aspettiamo di vedere la trasformazione del tono più flessibile in atti concreti”, ha ribadito il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani.
La commissione libertà civili del Parlamento europeo ha approvato il sistema automatico di ricollocamenti dei migranti.

 


 

Almeno 49 morti in un attacco dei talebani contro una base militare nella provincia di Kandahar, in Afghanistan. L’attentato è stato condotto con delle autobombe. Almeno nove terroristi sono morti.

 


 

In calo il pil cinese nel terzo trimestre dell’anno. L’economia è cresciuta del 6,8 per cento contro il 6,9 per cento dei primi sei mesi, in linea con le attese.

 


 

L’offerta di Atlantia è migliorabile secondo Abertis. “La proposta è attraente da un punto di vista industriale ma va migliorata”, ritiene la società.

 


 

Jacinda Ardern sarò il primo ministro della Nuova Zelanda. La leader del partito laburista ha trovato un accordo per formare il nuovo governo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi