Salvini contro il "listone unico" e i terroristi arrestati in Marocco. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo mercoledì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

Salvini contro il "listone unico" e i terroristi arrestati in Marocco. Le notizie del giorno, in breve

Matteo Salvini a Ponte di Legno (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

    

Salvini: “Non ci sono le condizioni per un listone unico”. Il leader della Lega nord, Matteo Salvini, si è detto contrario a una possibile lista unica con Berlusconi: “Una cosa è una coalizione, un’altra è il listone unico, su cui al momento non ci sono le condizioni. Io lavoro a un progetto coerente per cambiare il paese, ma per ora sulla lista unica la vedo difficile”, ha spiegato il leghista ai cronisti a Montecitorio.


  

Ryanair vuole acquistare Alitalia. L’amministratore delegato della compagnia aerea irlandese, Ryan O’Leary ha scritto in un comunicato che: “Ryanair presenterà un’offerta vincolante per l’acquisto di Alitalia entro la scadenza del 2 ottobre ma solo sull’asset che riguarda il lungo raggio”.


 

I consumi sono calati a luglio dello 0,2 per cento. Le vendite al dettaglio a luglio sono diminuite, dopo la grande crescita del mese precedente. Secondo i dati dell’Istat il calo è generale ed è avvenuto sia in termini di valore sia in termini di volume.


  

L’impegno per la ricostruzione è totale da parte del Governo. Così il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, in visita all’inaugurazione della scuola dell'infanzia a Capitignano in provincia de L’Aquila. “Abbiamo bisogno di certezze e la certezza e l’impegno del Governo, del Parlamento e delle istituzioni per l’opera di ricostruzione”, ha detto.


  

Borsa di Milano. Ftse-Mib +0,35 per cento. Differenziale Btp-Bund a 174 punti. L’euro chiude stabile a 1,19 sul dollaro.

  

DAL MONDO
  

Trump: “quella militare non è la prima opzione” contro la Corea del Nord. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha cercato di abbassare i toni dopo la nuova provocazione nordcoreana. A seguito di una conversazione telefonica con il presidente cinese Xi Jinping, Trump non ha comunque totalmente scartato l’ipotesi di un intervento armato: “Vedremo cosa succederà”, ha detto in riferimento alla possibile efficacia delle nuove sanzioni.


     

L’uragano Irma ha raggiunto i Caraibi. È il più potente che sia mai passato sull’oceano Atlantico, Secondo il servizio meteorologico americano Irma è una tempesta di categoria 5 con venti fino a 295 chilometri all’ora. La Florida, che dovrebbe essere colpita nel week end, ha iniziato i piani di evacuazione; il governo francese ha dichiarato lo stato di massima allerta per i dipartimenti d’oltre mare di Saint-Barthélémy e di Saint-Martin; a Barbuda l’uragano ha interrotto le linee telefoniche.


     
Smantellata una cellula terroristica che preparava attentati in Spagna e Marocco. Il ministero dell’Interno spagnolo ha scritto in un comunicato che “La polizia nazionale spagnola e la direzione generale della sicurezza del regno del Marocco hanno smantellato una cellula jihadista composta da sei individui, uno arrestato a Melilla e cinque in Marocco”.


  

Erdogan ha accusato i politici tedeschi di fare dichiarazioni che ricordano il nazismo. Secondo il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan le dichiarazioni di Angela Merkel e Martin Schulz, che avevano espresso la loro contrarierà all’ingresso della Turchia nell’Unione europea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    06 Settembre 2017 - 23:11

    Le intenzioni sono lodevoli, il Foglio fa quel che può. Il nodo è che il mondo attuale è tutto una fuffa che si regge sulla fuffa. Tempi interessanti.

    Report

    Rispondi

Servizi