Un neonato abbandonato in strada è morto in ospedale a Torino

Il piccolo, probabilmente partorito solo da poche ore, è stato trovato questa mattina a Settimo Torinese. I medici del Regina Margherita non sono riusciti a salvargli la vita

Ospedale Regina Margherita

L'ospedale Regina Margherita di Torino (foto LaPresse)

Un neonato è stato abbandonato questa mattina a Settimo Torinese ed è morto poco dopo il trasporto in ospedale. Il piccolo, avvolto in un asciugamano e probabilmente partorito solo da qualche ora, è stato trovato intorno alle 6.30. Immediata la chiamata al 112 e al 118: il bimbo, apparso sin da subito in condizioni disperate, è stato trasferito d'urgenza all'ospedale Regina Margherita di Torino, dove è arrivato in arresto cardiaco. I medici lo hanno intubato e hanno cercato di rianimarlo, ma dopo circa mezz'ora hanno constatato il decesso. 

 
È stato Stefano Cravero, un ragazzo di 21 anni, a ritrovare il bambino, vicino al quale c'erano delle chiazze di sangue. Il giovane ha attirato le attenzioni di due netturbini al lavoro in strada e insieme hanno lanciato l'allarme. I carabinieri, titolari delle indagini, hanno confermato che il piccolo aveva una ferita al capo di cui l'origine non è chiara: si fa largo l'ipotesi che sia stato lanciato dal finestrino di un'auto, anche se nessuno, al momento, pare abbia visto dei mezzi allontanarsi.
 

I carabinieri stanno facendo il giro degli ospedali della zona per capire se delle donne avessero appena partorito. Gli investigatori analizzeranno anche le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza nei pressi di via Turati, la zona di case popolari di Settimo dove è stato ritrovato il bambino. Il pm di Ivrea, Lea Lamonaca, ha aperto un fascicolo per omicidio contro ignoti. Domani il medico legale Patrizia Mazzucco effettuerà l'autopsia sul corpicino del neonato.
  

Il sindaco Fabrizio Puppo è sgomento: “Questa notizia mi ha letteralmente straziato il cuore, prima di tutto come padre. Un neonato abbandonato per strada è una tragedia che lascia sgomenti, è una sconfitta per tutta la società. Non ci sono parole”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi