cerca

Così l’Italia vuol fare di “Ping” un fenomenale “navigator”

America e Cina sono in guerra tecnologica ma sulla croceristica navale sono alleati perché a prestare conoscenza è Fincantieri

Alberto Brambilla

Email:

brambilla@ilfoglio.it

8 Dicembre 2018 alle 06:00

Così l’Italia vuol fare di “Ping” un fenomenale “navigator”

il presidente cinese Xi Jinping (foto LaPresse)

Roma. La tregua nella battaglia commerciale sino-americana chiamata al G20 di Buenos Aires da Donald Trump è durata meno di una settimana, si è interrotta con l’arresto in Canada, su richiesta degli Stati Uniti, della figlia del fondatore di Huawei, un colosso della tecnologia telefonica sussidiato da Pechino e considerato un campione nazionale dai militari. Per la Cina è come un atto di guerra. C’è però un ambito commerciale in cui le superpotenze rivali sembrano concordi nell’approfittare l’una dell’altra perché...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi