cerca

Il Sessantotto di Guttuso e le sculture di Barry X Ball

Due mostre da visitare nel weekend

13 Aprile 2018 alle 17:09

Il Sessantotto di Guttuso e le sculture di Barry X Ball

Speriamo che questo uso di Guttuso per celebrare il ’68 non si trasformi nel suo secondo funerale. Trattare così il pittore di corte del Pci è spingerlo in un angolo. Guardate i “Funerali di Togliatti”: la gloria di quel letto di fiori avrebbe commosso anche Stalin. Altro che bandiere rosse. Ma è di fronte al ritratto di Mario Schifano che si capisce davvero la grandezza di Guttuso: in quel ragazzo triste, dal volto marziano, è capace di vedere l’afflato eversivo di chi, in qualche modo, è tormentato dall’inno dei pittori realisti da Giotto in poi: “Il cielo è sempre più blu…”.

Torino, Galleria d’Arte Moderna. “Renato Guttuso. L'arte rivoluzionaria nel cinquantenario del ’68”. Fino al 24 giugno

info: gamtorino.it

 


 

Barry X Ball scolpisce la pietra con la punta di diamante di una macchina che rielabora scansioni 3D. In contemporanea all’importante mostra a Villa Panza espone una copia a grandezza naturale della Pietà Rondanini, nello storico allestimento BBPR al Museo del Castello Sforzesco. L’immagine è speculare rispetto all’originale. Il volto di Cristo è sostituito con quello di Michelangelo. E, come per miracolo, l’onice bianca traslucida assorbe la luce e si accende, ridonando vita al corpo che sorregge il peso della madre. L’operazione è complessa. Folle. Poetica.

Varese, Villa Panza. Milano, Castello Sforzesco. “Barry X Ball. The End Of History”. Fino al 9 dicembre

info: fondoambiente.it/villapanza‎

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi