Tutta colpa del liberismo

Renzismo, virus liberista

Il riformismo, nel nome della governabilità, ha messo sulle spalle della sinistra la croce delle politiche riformiste

Renzismo, virus liberista

Nichi Vendola e Matteo Renzi (Foto LaPresse)

“Quello nel Pd è un dibattito noioso, credo che nessun italiano riesca ad appassionarsi al dibattito sulle regole di un congresso. Trovo più interessante quello che c’è sotto: la crisi del riformismo, cioè una cultura politica che nel nome della governabilità ha messo sulle spalle della sinistra la croce delle politiche riformiste. Un mondo in cui sono cresciute le diseguaglianze. Come è potuto accadere che negli Usa un chiacchierato miliardario potesse diventare il vendicatore delle masse operaie bianche e la Clinton avesse il volto dell’establishment? Negli Usa con Obama non si è alzata la bandiera dell’austerity per far fronte alla crisi come è accaduto in Europa. Eppure le diseguaglianze sono cresciute anche negli Usa, il paradigma riformista ha sposato totem e tabù del liberismo. Alleanze che rappresentino complicità con la cultura liberista non sono possibili e il virus della complicità ce l’ha il renzismo”.

 

Nichi Vendola, videoforum con la Repubblica.it, 15 febbraio 2017

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi