La birra

Siete sopravvissuti a decenni di cerimoniali enologici prima di potervi fare un bicchiere? Ecco allora tutto quello che dovete dire per bere al passo con i tempi con grande nonchalance.

La birra

• È il nuovo vino. Con in più il vantaggio di poter bere senza dover prima annusare, scrutare e agitare per un quarto d'ora. Convenirne.

 


• Intendersene è indispensabile per qualificarsi come attento interprete della contemporaneità.

 


• Bere solo quella artigianale.

 


• Avere abbandonato professioni molto stressanti (creativo pubblicitario, direttore marketing, broker finanziario) per dedicarsi alla commercializzazione della propria marca di birra artigianale. Molto chic.

 


• Favoleggiare di birre più alcoliche della grappa. Gareggiare a chi ha bevuto la più forte.

 


• Berla sempre e solo dalla bottiglia; consentita nel bicchiere (unicamente da una pinta; la mezza pinta è da fighetti) se è alla spina; mai dal boccale (roba da tedeschi).

 


• Rievocare le gite giovanili all'Oktoberfest. Evitare la gara degli aneddoti.

 


• La birra non si compra, si noleggia. (Scritta sui muri dei bagni di un pub inglese.)

 


• Farsi la birra in casa è molto avanti. Ricordarsi di dire che l'homebrewing è il futuro.

 


• Berla sempre fuori dal locale – preferibilmente in un bivacco di gruppo, meglio se ostacola il traffico – indipendentemente dal fatto che sia affollatissimo o vuoto.

 


• L'ultimo veicolo di relazioni umane al di fuori dei social network. Convenirne.

 


• Raccontare di quando un amico irlandese è venuto a prendervi all'aeroporto di Dublino, vi ha portato a bere una birra e avete trascorso le successive sei ore al pub senza mangiare neanche una patatina. Tuonare contro i modelli culturali anglosassoni. (Vedi seguente)

 


• Affermare che l'invito "Andiamo a farci una birra?" nel mondo anglosassone in realtà significa "Andiamo al bagno ogni venti minuti per le prossime sei ore?" Tuonare contro i modelli culturali anglosassoni.

 


• Tutte le locuzioni con la parola "birra" connotano una lingua da anziani. Nello specifico: "dare la birra" (dire che l'ultima volta che l'avete usata eravate alle medie); "andare a tutta birra" (anacronisticamente infantile); "farci la birra" (più usurato che spiritoso).

 


• Aborrirla. Soprattutto a causa dell'odore. Di seguito, dissertare a braccio sul tema.

 


• Non appena se ne presenti l'opportunità spiegare il corretto modo di spillarla e concludere dicendo che è un'arte.Tirarsela tantissimo.

 


• Mai chiedere semplicemente una birra. Informarsi su quale "mild ale" abbiano o, eventualmente, quale "bock", lascia immaginare profonda conoscenza dell'argomento. Se qualcuno ha da ridire sulla pedanteria dell'ordinazione, replicare domandando se al ristorante qualcuno ha mai ordinato genericamente "una pasta." Tirarsela tantissimo.

 


• Bere solo birre vegane. Di seguito chiarire che non lo fate perché siete vegani, ma perché sono molto più buone. Sperare che qualcuno chieda che cavolo c'entri il veganismo con la birra per far partire un pippone sulle tecniche di birrificazione.

 


• Chiunque produrrà birra di cattiva qualità sarà preso con la forza e gettato nel letame. (Editto della città di Danzica, XI secolo)

 


• Se uomo ama donna più di birra gelata davanti a tv con finale champions forse vero amore, ma non vero uomo.

(Vujadin Boskov)

 


• Postare su Facebook antiche spiritosaggini sul perché la birra è meglio della figa: don't.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi