Le virtù del caffè

Contrordine: non fa più male, l’Oms ne suggerisce tre tazzine al giorno. Dall’islam alla benedizione di un Papa, quattro secoli di “acqua negra”

Le virtù del caffè

Dick Powell ed Ellen Drew nella foto di copertina del libro “Hollywood Café. Coffee with the Stars” di Steven Rea, edito da Schiffer

Beverei prima il veleno / Che un bicchier, che fosse pieno / Dell’amaro e reo caffè”, scriveva nel 1685 Francesco Redi nel “Bacco in Toscana”. Adesso, invece, ecco che l’Organizzazione mondiale della sanità pubblica uno studio secondo cui con tre tazzine al giorno la mortalità prematura si riduce del 18 per cento tra gli uomini, dell’8 per cento tra le donne. “Abbiamo scoperto che un consumo di caffè più elevato è correlato a un rischio di morte più basso per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi