La quadrille des dames della politica italiana

Come nella giostra di coreografie, esce una quadriglia e ne rientra un’altra

La quadrille des dames della politica italiana

Changez la dame. Come nella giostra di coreografie, esce una quadriglia e ne rientra un’altra. Rond du galop. Escono di scena Maria Elena Boschi, Ale Moretti, Debora Serracchiani, Alessia Rotta mentre – Cavalier en avant et en arrière avec sa dame – tornano, charmant per come sono, volitive e agguerrite Nunzia De Girolamo, Mara Carfagna, Stefania Prestigiacomo e tutto il via vai della brillante genia gentile. È la contredanse. Ed è magnifico il canovaccio offerto dalla politica. Se già gli italiani scelgono di farsela dare la macchina usata da Silvio Berlusconi più che da Matteo Renzi, una semiotica di codesto cambio in scena deve pur esserci. È la quadrille des dames. Alle copie – gli italiani, appunto – preferiscono di gran lunga gli originali, immaginarsi poi le originali…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Nambikwara

    Nambikwara

    27 Giugno 2017 - 17:05

    Vorrei fare il buzzurro un pochino: ragazzi, Mara vale quanto Melania; adesso mi preparo, sono già abbronzato, e faccio una corsa a Napoli; la incontrerò? .

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    27 Giugno 2017 - 12:12

    Eppure le donne del Pd ( fuori a sinistra più chiacchiera che sostanza ) anche le belle mi appaiono più toste non perchè superiori non per qualità ma per anzianità. La donne di Fi sono nate con Berlusconi quelle del Pd ,per amor di sintesi, sono nate con Turati.

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    27 Giugno 2017 - 09:09

    Perche' scordare Maria Gelmini, stella pure nel nome?

    Report

    Rispondi

Servizi