Cos’è la combinazione tra reputazione e amicizia

Le cose tristi hanno un risvolto. Nella morte di Renato Squillante il risvolto è doppio

Cos’è la combinazione tra reputazione e amicizia
Un amico che muore, così, verso i novantatrè anni, si accascia mentre guida la macchina, e tu che non lo vedi da anni, solo saluti e baci a Natale, vieni a saperlo dalla moglie dolce e severa, per telefono, mentre ti riposi di una vita di non-lavoro faticosa in Engadina, e sei affettuoso nella ricezione della notizia ma nulla più. Le cose tristi però hanno un risvolto, mentre quelle allegre si spiegano e si ridono da sole. Qui il risvolto...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    05 Agosto 2017 - 16:04

    Giuliano, potessi ti abbraccerei non solo virtualmente. Il malo modo di vivere e comportarsi senza tenere in alcun conto i sentimenti c'era anche prima. Ma credo sia stato dopo i disastri della rivoluzione giudiziaria di Mani Pulite che si è più largamente diffuso ed affermato nel pubblico e putroppo pure nel privato. C'erano già stati i disastri provocati dalla terremoto del Sessantotto. Poi vennero le terribili scosse dei primi anni Novanta, e come sanno i geologi le scosse di ritorno fanno spesso più danni delle prime. Gianfranco Trombetta

    Report

    Rispondi

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    04 Agosto 2017 - 10:10

    L'Italia è in Movimento, come un barcone precario sopra l'abisso marino, traghettata dall'Indipendenza della Giustizia, alla Dipendenza dall'Ingiustizia. Un Movimento verso l'Africa, verso un mondo terzo. Durante il viaggio chi si lamenta e chi tenta di raggiungere il timone e invertire la rotta, chi è cristiano, chi resiste ai torti, viene buttato giù e fatto annegare. E il Movimento continua, un barcone zeppo. I giusti in fondo al mare, cadaveri degli Italiani degni di questo nome, che si sono rifiutati di vivere sottomessi. Le lacrime della moglie e dell' amico, gocce a mare, nostre ultime perle preziose, di fede e lealtà.

    Report

    Rispondi

Servizi