l'intervento

Giorgetti: "Sfiduciato da Salvini? Lavoro per rendere possibili i suoi desideri"

Il ministro dello Sviluppo economico rispondendo a due domande del Foglio sul rapporto con il segretario della Lega. "Il contributo del Parlamento? Spero facciano meglio e non peggio"

Carmelo Caruso

Ministro Giorgetti, si trova qui a presentare un importante provvedimento che porta la sua firma. La scorsa settimana un altro provvedimento, quello sui balneari, portava la firma del suo collega Garavaglia. Ogni settimana il suo segretario, anche pochi minuti fa, dice che non basta, che non è sufficiente. Che va migliorato in Parlamento. E in pratica la sfiducia ogni settimana. Le voglio chiedere: questo metodo è compatibile con la vostra permanenza al governo? In più, lei ha la fiducia di Draghi che più volte glie l'ha espressa. Ma lei si fida di Salvini?". Sono le due domande rivolte al ministro Giorgetti dal Foglio nella conferenza stampa a Palazzo Chigi,dove il governo ha annunciato le nuove misure economiche per contrastare il caro bollette e di politica industriale

"Innanzitutto l'importante è che il Parlamento migliori le proposte del governo e non le peggiori. L'attività del Parlamento va rispettata. L'auspicio è che il Parlamento possa sempre migliorare quello che abbiamo fatto noi", ha risposto il titolare allo Sviluppo economico. "Sulla seconda questione: la politica è l'arte di rendere possibile cioò che è desiderabile. Il mio segretario esprime un desiderio. Io cerco di interpretarlo e renderlo possibile in quella che è l'attività di governo", ha aggiunto Giorgetti. 

Di più su questi argomenti:
  • Carmelo Caruso
  • Carmelo Caruso, giornalista a Palermo, Milano, Roma. Ha iniziato a La Repubblica, ha scritto otto anni per Panorama occupandosi di politica, cronaca, cultura. Nel 2018 a Il Giornale. Oggi in redazione a Il Foglio.