cerca

I Sì del Pd al manifesto politico di Calenda

Da Padoan a Pinotti, passando per Gori, Rossi e Orfini. Il Partito democratico raccoglie l'appello dell'ex ministro pubblicato nel Foglio

27 Giugno 2018 alle 19:52

I Sì del Pd al manifesto politico di Calenda

Carlo Calenda (foto LaPresse)

Dopo la pubblicazione nel Foglio del manifesto politico di Carlo Calenda, il Pd ha raccolto l'appello per "una alleanza repubblicana che vada oltre gli attuali partiti". Ecco le reazioni affidate a Twitter dai principali esponenti del Partito democratico. Dall'ex ministro Pier Carlo Padoan al sindaco di Bergamo Giorgio Gori. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • edoardo.marinelli

    28 Giugno 2018 - 18:06

    Finalmente un dire assennato capace di coinvolgere, motivare, ridare spessore e forza alla voglia di impegnarsi. Non attraverso la somma di più sigle dove personaggi logori e direi squallidi da troppo tempo sguazzano ma dando vita al nuovo dove le molte energie vitali da tempo messe o messesi all’angolo possono utilmente e proficuamente servire il paese. Spero non sia il suo, signor Calenda, un fuoco di paglia. Usi tutto il coraggio la determinazione la forza anche dura che serve per ridare voglia militante a chi non vuole arrendersi o cedere al peggio

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    28 Giugno 2018 - 15:03

    La paura fa novanta. Ma Calenda sappia che il leader solo al comando la nomenklatura lo rifiuta. Auguri

    Report

    Rispondi

  • parodip

    27 Giugno 2018 - 23:11

    Il manifesto di Calenda è l'unico, tenue, raggio di speranza in questi buissimi giorni. Ma non può né deve rimanere all'interno del PD. Il PD è ormai un contenitore marcio che deve morire. È l'unica condizione perché le non molte energie valide rimastevi possano liberarsi dall'abbraccio mortale di cadaveri politici. Solo una forza politica nuova - chiaramente europeista, atlantica, riformista - può avere la chance di superare i confini tribali di destra e sinistra per aggregare l'elettorato giustamente terrorizzato dai danni che questa mal cotta maggioranza sta per infliggere al Paese.

    Report

    Rispondi

Servizi