Il M5s e il video taroccato della Gabanelli sul reddito di cittadinanza

Redazione

This browser does not support the video element.

Laura Ferrara, portavoce grillina al Parlamento europeo, ha pubblicato sul suo profilo Facebook un video, in origine del Corriere, nel quale la famosa ex conduttrice di Report, Milena Gabanelli, sembra approvare il reddito di cittadinanza firmato M5s. In pochi minuti di filmato si mostrano i punti salienti della proposta che "secondo la Ragioneria dello stato", spiega Gabanelli, sarebbe "un piano credibile". In pochi minuti il video ha raggiunto migliaia di persone e di like. Ma Giuseppe De Lorenzo sul Giornale, ha smontato la bufala: si tratta di una semplice "manipolazione del M5s", il "prodotto di un accurato 'taglia e cuci' con l'obiettivo di cancellare le riserve espresse" dalla giornalista sul reddito di cittadinanza, scrive De Lorenzo.

 

Tutte le balle sul reddito di cittadinanza a 5 Stelle

Dalle file ai Caf fino alla fake news più grande: quello proposto dal Movimento non è un “reddito di cittadinanza”

 

E in effetti per smascherare il trucco basta confrontare il video pubblicato da Laura Ferrara con l'originale. La propaganda grillina ha tagliato il momento in cui Gabanelli spiega che le "nuove tasse" su banche e assicurazioni potrebbero essere scaricate "aumentando i costi sui cittadini". E dopo l'informazione sull'ok della Ragioneria di stato c'è un'importante minuto, tagliato dal video a cinque stelle, in cui si fa notare che "tutti i paesi europei hanno messo cifre ben più alte per contenere la povertà ma dentro a piani strutturati che comprendono contemporaneamente la creazione di posti di lavoro e lotta all'evasione fiscale". Un "piano complessivo" che però "in questa campagna elettorale nessun partito ha".

 

Anche la diretta interessata ha risposto alla polemica, pubblicando un video sulla pagina Fb di DataRoom, la sua rubrica di data journalism ospitata sul sito del Corriere. 

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.