Catalogna, più di cento feriti nelle proteste a favore di Puigdemont

Redazione

Sono almeno cento i feriti il bilancio delle proteste scoppiate in Catalogna contro l'arresto dell'ex presidente catalano Carles Puigdemont, fermato ieri in Germania. Più di novanta persone sono rimaste ferite soltanto a Barcellona, dove domenica sono 50 mila persone sono scese in piazza dopo la convocazione degli organismi indipendentisti. Venerdì scorso altri cinque leader separatisti sono stati incarcerati. Altre sette persone sono rimaste ferite in manifestazioni più piccole a Lleida e Tarragona. Durante gli scontri con le forze dell'ordine sono rimasti feriti anche 23 agenti.

Puigdemont è stato arrestato sulla base di un mandato di cattura europeo, che era stato attivato dal Tribunale supremo spagolo. Quando è stato fermato, su un'autostrada dello Schleswig Holstein, era appena entrato in Germania dalla Danimarca. Ora si trova in un commissariato tedesco e potrebbe essere consegnato alla Spagna che lo accusa di ribellione. Rischia una condanna fino a 30 anni di carcere, per aver proclamato la repubblica il 27 ottobre scorso.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.