La piramide di Christo

Redazione

This browser does not support the video element.

A due anni di distanza dai Floating Piers sul Lago d'Iseo, è stata svelata a Londra la nuova opera gigante dell'artista Christo: si chiama Mastaba, il nome di una particolare tomba monumentale dell'antico Egitto. E' stata allestita nel lago Serpentine di Hyde Park a Londra. Si tratta di una struttura composta da 7.506 barili colorati che poggiano su una piattaforma di cubetti di plastica. L'opera sarà visibile dal 19 giugno fino al 9 settembre. "Non ci sono messaggi, c'è qualcosa che bisogna scoprire da soli. Non posso guidarti, devi sviluppare i tuoi sensi", ha affermato l'artista di origini bulgare. "Ha creato un enorme invito, come una scala verso il cielo, perché questi barili hanno un diametro di 60 centimetri. Tutto quello che devi sviluppare, non ci sono parole per dirtelo, devi guardare. E ovviamente se non hai questi sensi, è molto difficile ammirare il progetto".

   

Christo e Jeanne-Claude, o più spesso semplicemente Christo, è il progetto artistico comune dei coniugi statunitensi Christo Yavachev (13 giugno 1935) e Jeanne-Claude Denat de Guillebon (13 giugno 1935 - 18 novembre 2009), fra i maggiori rappresentanti della Land Art e realizzatori di opere su grande scala. I due, nati lo stesso giorno, si incontrano nel 1958 a Parigi quando Jeanne-Claude commissiona a Christo un ritratto della madre. Emigrati negli Stati Uniti nel 1964, cominciano a realizzare dei progetti di ampio respiro, intervenendo in maniera diretta quanto effimera su edifici, monumenti o paesaggi interi.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.