cerca

I dati sui matrimoni sono chiari: l’Italia è destinata all’estinzione

Numeri drammatici sul fronte nascite: il 2018 segnerà un record negativo: 440 mila, il 30 per cento in meno della media Ue

29 Novembre 2018 alle 10:10

I dati sui matrimoni sono chiari: l’Italia è destinata all’estinzione

Foto Pixabay

Brividi lungo la schiena. Questo si prova a leggere e analizzare i dati sui matrimoni relativi all’anno 2017: una perdita devastante di 12 mila matrimoni rispetto al 2016 (da 203 a 191 mila), pari a un decremento percentuale di quasi il 6 per cento, il secondo più alto di sempre dopo quello del 1975 post referendum sul divorzio, ci dà la misura di quanto sulla popolazione italiana incomba ormai il fantasma della pura e semplice sparizione, perché la fine del...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo.trinchi

    29 Novembre 2018 - 23:11

    E che fa la chiesa, scomunica chi non si sposa? Oppure si riforma e fa sentire, in un contesto diverso, una comunione di spiriti che si ritrovano e si riconoscono? Se sta come sta è perduta. In una comunità quando tutto e lecito tutto diviene posdibile, quando le regole di una divengono opinioni o interpretazioni io faccio quello che mi pare. Se il matrimonio è una istituzione sociale chi non lo vuole ne è fuori. Le regole le facciamo tutti insieme nelle istituzioni che ci siamo dati e tutti vi si devono attenere e adeguare. Se il matrimonio è una istituzione sociale, chi non lo vuole ne è fuori e se ne stai fuori paghi il doppio. La libertà è bella ma costa.

    Report

    Rispondi

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    29 Novembre 2018 - 11:11

    Non è ben chiaro cosa, secondo Volpi, dovrebbe fare la Chiesa a riguardo dei matrimoni. Consentire le nozze ai divorziati risposati? Sicuri che cambierebbero le cose solo perché la statistica dice che fanno più figli coloro che si sposano in chiesa? Ma essi sono celibi e nubili, non risposati. E' a causa dell'incertezza lavorativa dei contratti a termine, che per i giovani stanno assumendo la forma prevalente, che non consente l'erogazione dei mutui, quindi l'acquisto di case, quindi il matrimonio e quindi i figli. Per una volta la Chiesa non c'entra niente

    Report

    Rispondi

Servizi