cerca

Il Papa loda Greta e Ursula von der Leyen, ma si scorda di Cristo

L'intervista del pontefice alla Stampa è un'occasione unica per fare politica 

10 Agosto 2019 alle 06:02

Il Papa loda Greta e Ursula von der Leyen, ma si scorda di Cristo

Foto LaPresse

San Lorenzo martire, cadono le stelle, cadono i governi, cadono i divi (l’ictus di Alain Delon), e ricasca il Santo Padre, che intervistato dalla Stampa loda Ursula von der Leyen, patrona di Sodoma, dei matrimoni e delle adozioni omosessuali, e ancora una volta elogia la Papessa Greta, sacerdotessa di una religione pagana. In una simile intervista, sfacciatamente elettorale, a finire sulla graticola è Cristo, che non viene citato nemmeno una volta, nemmeno per buona gesuitica creanza. Tu, San Lorenzo, sulla brace ti vollero ben cotto (secondo Sant’Ambrogio) mentre Gesù lo vogliono incenerito e poi smaltito secondo il nuovo dogma della raccolta differenziata (secondo me che non sono un Santo ma un semplice orante ormai abbastanza disperante).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    14 Agosto 2019 - 08:08

    Al tuo cortese interlocutore che sostiene non sussistere per il Vicario di Cristo e, presumo, i suoi ministri nelle parrocchie, il bisogno di rimarcare ovvero ricordare le parole del Figlio di Dio crocefisso in terra, posso modestamente chiedere: ma allora a che serve la Santa Messa con lettura dei Vangeli, se Cristo e’ come egli dice, implicito? Esplicitare l’implicito, mi pare di capire sia tempo perso. E dunque sia lodato il Papa silente. Solo che purtroppo continua a parlare. D’altro, annota l’attento Camillo.

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    13 Agosto 2019 - 00:12

    Caro Camillo, siamo invasi e circondati. Non credo sia più sufficiente a distrarci (non oso scrivere salvarci) neppure il lambrusco. Leggo e rileggo comunque, tra un bicchiere del Vecchia Modena di Chiarli e l’altro debitamente refrigerati, le antiche profezie della monaca Emmerick che ho conosciuto grazie al Foglio. E rivolgo pensieri di commossa gratitudine a Papa Giovanni Paolo Ii e Papa Benedetto XVI. Su Papa Francesco rivolgero’ irriverenti domande alla Madonna di Ferragosto. Tu almeno sei orante, io solo disperante. Ti chiedi perche’ Il Santo Padre non nomina più Cristo, e con l’anima come la mettiamo? Siamo a Ferragosto e pure in Vaticano va a ruba il misto mare,indicato in menù come multireligiosita’. E sulla carta dei vini come bio multiculturalismo. Sursum corda!

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    11 Agosto 2019 - 11:11

    Che questo papa è un ateo ce ne siamo accorti subito.luigi

    Report

    Rispondi

  • ceva.paola

    10 Agosto 2019 - 16:04

    Terribilmente vero. Leggendo le parole del Papa, da irrilevante cattolica praticante ho pensato che prima o poi Gesù avrebbe trovato posto tra le priorità papaline. Invece niente.Dove si è fermato Cristo? Sembrerebbe fuori del Vaticano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi