Il Papa loda Greta e Ursula von der Leyen, ma si scorda di Cristo

Camillo Langone

L'intervista del pontefice alla Stampa è un'occasione unica per fare politica 

San Lorenzo martire, cadono le stelle, cadono i governi, cadono i divi (l’ictus di Alain Delon), e ricasca il Santo Padre, che intervistato dalla Stampa loda Ursula von der Leyen, patrona di Sodoma, dei matrimoni e delle adozioni omosessuali, e ancora una volta elogia la Papessa Greta, sacerdotessa di una religione pagana. In una simile intervista, sfacciatamente elettorale, a finire sulla graticola è Cristo, che non viene citato nemmeno una volta, nemmeno per buona gesuitica creanza. Tu, San Lorenzo, sulla brace ti vollero ben cotto (secondo Sant’Ambrogio) mentre Gesù lo vogliono incenerito e poi smaltito secondo il nuovo dogma della raccolta differenziata (secondo me che non sono un Santo ma un semplice orante ormai abbastanza disperante).

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).