Le chat

Scatta l'obbligo vaccinale, Raggi: "Porcata mai vista da quando c'è la Costituzione"

Simone Canettieri

L'ex sindaca del M5s alla vigilia del provvedimento per gli over 50: "E' tutto inconcepibile"

Virginia Raggi non è vaccinata. E non ha ancora nemmeno 50 anni. Tuttavia l'ex sindaca di Roma del M5s, che ha contratto il Covid ormai un anno fa, ha sposato la battaglia contro il super green pass in tutti lidi e in tutti i laghi. E' la paladina di uno zoccolo duro ostile ai provvedimenti del governo.

E così alla vigilia dell'introduzione dell'obbligo vaccinale per gli over 50 che scatterà domani, Raggi si sfoga nelle chat grilline: "Quello che non è concepibile è la sospensione dal lavoro e dallo stipendio, credo una porcata simile non sia mai stata fatta da quando è in vigore la Costituzione", scrive la grillina nella chat dei pentastellati "Quelli che il M5s" con tanto di emoticon arrabbiata.

Dove giorni fa a proposito delle iniziative dell'esecutivo Draghi scriveva: "Il problema non è solo medico sanitario, perché con questa scusa hanno fatto saltare una dopo l'altra le garanzie costituzionali, senza che nessuno dicesse neanche bah. Per mesi ho cercato di sollecitare giuristi a uscire".

Le riflessioni di Raggi sono state condivise anche in un post su Facebook allegato a un editoriale del Fatto Marco Travaglio: "È una questione di buonsenso e Marco Travaglio l'ha esposta in un suo editoriale che condivido con voi: da domani scatta l’obbligo del Green Pass sui luoghi di lavoro per gli over 50, una misura decisa il 7 Gennaio (circa 40 giorni fa) prima del crollo, ad oggi evidente, dei contagi. Altri paesi, Spagna e Portogallo ad esempio, stanno riaprendo senza aver mai adottato l’utilizzo delle carte verdi dimostrando dati alla mano che l’utilizzo di questa misura è pressoché inutile. Saranno almeno 1,5 milioni i lavoratori che domani mattina potrebbero rimanere a casa senza reddito, in un paese che non riesce a ripartire perché zavorrato da un provvedimento che sta alimentando divisioni sociali, Vax contro No Vax. Un provvedimento che, tra le altre cose, sta disincentivando il turismo È il momento di guardare in faccia la realtà. Poniamoci una domanda: è necessario il Green Pass rafforzato obbligatorio per gli over 50? La risposta è no".

Di più su questi argomenti:
  • Simone Canettieri
  • Viterbese, 1982. Al Foglio da settembre 2020 come caposervizio. Otto anni al Messaggero (in cronaca e al politico). Prima ancora in Emilia Romagna come corrispondente (fra nascita del M5s e terremoto), a Firenze come redattore del Nuovo Corriere (alle prese tutte le mattine con cronaca nera e giudiziaria). Ha iniziato a Viterbo a 19 anni con il pattinaggio e il calcio minore, poi a 26 anni ha strappato la prima assunzione. Ha scritto per Oggi, Linkiesta, inserti di viaggi e gastronomia. Ha collaborato con RadioRai, ma anche con emittenti televisive e radiofoniche locali che non  pagavano mai. Premio Agnes 2020 per la carta stampata in Italia.