cerca

Ed eccoci al bivio tra due governi che fanno ridere e il voto che fa piangere

La via più semplice era un governo di minoranza dei Cinque stelle, con l’appoggio esterno o tecnico del Pd. Mattarella avrebbe dovuto favorire questo esito

25 Agosto 2019 alle 06:11

Ed eccoci al bivio tra due governi che fanno ridere e il voto che fa piangere

Foto LaPresse

Quando il Truce minacciò di prendersi il paese con i pieni poteri sembrò naturale che non gli fossero dati, l’uno e gli altri. Per decenza, e per senso della storia. Uno che in Parlamento ha il 17 per cento, e che vola nei sondaggi e alle Europee perché fa il bullo da un Viminale di spiaggia, dove esercita il doppio ruolo inaudito di caporione di partito e ministro della forza e non mette praticamente piede usandolo per intemerate e comizi,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • gaetano.tursi@virgilio.it

    gaetano.tursi

    26 Agosto 2019 - 16:04

    Il direttore Cerasa, nel fare l’elenco di “tutte le accuse che la Lega non potrà fare al mostro di governo formato da Pd-M5s”, conclude che “sarà uno spasso” vedere cosa si inventerà la “Lega di lotta” fuori dal governo, contro tale “mostro”. E cosa mai potrebbe inventarsi di più spassoso di una coalizione di governo che - per “discontinuità” (con il mandato popolare?) - venisse costituita tra lo schieramento che … ha perso le elezioni politiche e quello… che ha perso le elezioni europee? E allora preferisco la chiusura di oggi dell’altro direttore (quello emerito): “Per fortuna inizia il campionato di serie A, ci saranno gli Us Open, buoni libri da leggere, musica da ascoltare, passeggiate da fare, lavoro da sbrigare”.

    Report

    Rispondi

  • eleonid

    26 Agosto 2019 - 15:03

    Anche se ci si sforza ad essere al di sopra delle parti , è difficile rimanere apatici alle considerazioni dell'emerito direttore. Di ribaltoni ed inciuci , volgarmente chiamati i compromessi politici necessari per mandare avanti la nostra barca sconquassata da persone per bene e per male, che di volta in volta si avvicendano nel nostro panorama politico , ne è piena la vita politica italiana. Ed allora perché allarmarsi . Godiamoci, ciascuno pensando al proprio beniamino od eroe che ci rappresenta, il momento politico attuale, augurandoci che con esso il peggio sia passato.

    Report

    Rispondi

  • joepelikan

    25 Agosto 2019 - 22:10

    Farà pure ridere, ma a me il #governoEpstein (mostruoso, immorale, suicida) che si sta preparando non fa ridere affatto.

    Report

    Rispondi

  • Skybolt

    25 Agosto 2019 - 20:08

    Si prepari, Emerito, dovrà mangiarne di m.... come diceva il paroliere: Plasir d'amour (la forse momentanea defenestrazione di Salvini) ne dure u'en moment, chagrin d'amour (il governo ridicolo che fare cose ridicole, antimpresa, la patrimoniale anticlassse media,antitutto, ma salverà il portafoglio delle COOP e altre amenitù della Ditta) dure toute le vie. Prosit.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi