cerca

Sanders vs Bloomberg

C’è chi dice: “Non ci resta che Mike”. Lo scontro atomico nella sinistra

15 Febbraio 2020 alle 06:00

Sanders vs Bloomberg
Milano. I giornali americani sono pieni dei tormenti più o meno anonimi dell’establishment del Partito democratico americano, che ha riscontrato un inaspettato consenso nelle urne delle primarie per un’offerta moderata e liberale, ma ora non sa dove indirizzare questo consenso. L’establishment vuole fermare Bernie Sanders e la sua deriva radicale a sinistra: puntava sull’ex vicepresidente Joe Biden ma ora non sa più se questa candidatura sia salvabile. Prova a fidarsi di Pete Buttigieg, l’outsider più solido – che sta racimolando...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Paola Peduzzi

Paola Peduzzi

Scrive di politica estera, in particolare di politica europea, inglese e americana. Tiene sul Foglio una rubrica, “Cosmopolitics”, che è un esperimento: raccontare la geopolitica come se fosse una storia d'amore - corteggiamenti e separazioni, confessioni e segreti, guerra e pace. Di recente la storia d'amore di cui si è occupata con cadenza settimanale è quella con l'Europa, con la newsletter e la rubrica “EuPorn – Il lato sexy dell'Europa”. Sposata, ha due figli, Anita e Ferrante. @paolapeduzzi

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • albertoxmura

    15 Febbraio 2020 - 21:00

    Piuttosto che votare Bloomberg, i fans di Sanders voterebbero Trump.

    Report

    Rispondi

Servizi