cerca

Ma quanto si odiano i due leader catalani, tra la prigione e l’esilio

Carles Puigdemont e Oriol Junqueras si contendono il dominio assoluto dell’indipendentismo della Catalogna e non vanno d’accordo quasi su niente

Eugenio Cau

Email:

cau@ilfoglio.it

13 Marzo 2019 alle 06:00

Ma quanto si odiano i due leader catalani, tra la prigione e l’esilio

Oriol Junqueras e Carles Puigdemont (foto LaPresse)

Milano. Il campo dell’indipendentismo catalano si presenta alle elezioni europee con due candidati di punta che non per caso sono due vecchie conoscenze. Il primo è “l’uomo di Waterloo”, Carles Puigdemont, ex governatore catalano fuggito in esilio dopo il referendum dell’ottobre 2017, poco prima che la polizia spagnola potesse acchiapparlo e oggi rifugiato nella città della gran sconfitta napoleonica. Il secondo è Oriol Junqueras, ex braccio destro di Puigdemont, per molti la mente finanziaria del progetto indipendentista. Lui non è...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Eugenio Cau

Eugenio Cau

E’ nato a Bologna, si è laureato in Storia, fa parte della redazione del Foglio a Milano. Ha vissuto un periodo in Messico, dove ha deciso di fare il giornalista. E’ un ottimista tecnologico. Per il Foglio cura Silicio, una newsletter settimanale a tema tech, e il Foglio Innovazione, un inserto mensile in cui si parla di tecnologia e progresso. Ha una passione per la Cina e vorrebbe imparare il mandarino.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    13 Marzo 2019 - 12:12

    Il governo spagnolo sta sbagliando tutto. Dovrebbe concedere l'indipendenza alla catalogna e come membro della UE opporre il veto al suo ingresso nell' Unione .Ciapa e port a'ca.

    Report

    Rispondi

Servizi