Mentre l'Italia è sotto la neve, in India si festeggia la primavera

Redazione

This browser does not support the video element.

Ogni anno, con l'arrivo della primavera, l'India celebra Holi, la festa dei colori. Divertimento e nuvole di polveri colorate: è il festival della tradizione spirituale e religiosa induista. Qui siamo a Vrindavan, in un tempio del nord dell'India. Holi è osservato nel paese alla fine della stagione invernale, nel giorno dell'ultima luna piena e segue il calendario induista. A Vrindavan, le celebrazioni di Holi continuano per una settimana. I festeggiamenti al tempio Bank-e-Bihari si terranno il 1 marzo.

    

L'Holi è celebrato in quasi ogni parte dell'India, ma quello della zona di Braj – che copre l'area di Mathura, Vrindavan e alcune aree vicine – è particolarmente famoso. Mathura, nella tradizione religiosa induista, è il luogo di nascita di Krishna e Vrindavan è dove ha passato l'infanzia. Secondo il culto visnu, Krishna da giovane era triste poiché aveva una carnagione scura mentre la sua amica Radha – che poi sarebbe divenuta la compagna eterna del dio – era chiara. Sua madre Yashoda gli suggerì allora di colorare Radha, per scherzo.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.