cerca

La lettera che svela i pericoli del rischio Italia

Che succede se si ferma Milano? La Borsa giù e gli investitori che sospendono i deal. Contro il presentismo del governo

13 Ottobre 2018 alle 06:14

La lettera che svela i pericoli del rischio Italia

Il palazzo della Borsa a Milano. Foto Imagoeconomica

Prima ancora della temperatura dello spread, dei valori dei Btp, dei rendimenti dei Bot, delle polemiche con Juncker, dei rimbrotti della Bce, degli avvertimenti del Fondo monetario, delle preoccupazioni dell’Inps, degli allarmi di Bankitalia, per capire cosa sta succedendo nell’Italia populista occorre allontanarsi per un attimo da Palazzo Chigi, prendere un Frecciarossa verso Milano, farsi due passi nella nostra capitale finanziaria e mettere insieme due storie che ci spiegano per quale motivo il primo grande cambiamento prodotto dal governo del...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    14 Ottobre 2018 - 16:04

    Al direttore - La chiromante, più affidabile di mille soloni, esperti e azzeccagarbugli, legge la mano all'Italia e conclude: "La linea della vita non è lineare è contorta, vi sono tratti di non continuità, di scabrosità. Riferibili alla contesa che vi si svolge tra dominus popolo e domina economia. Il primo vuole tutto in sua funzione, la seconda nel suo complesso reale e finanziario, si tira indietro. La Politica, che dovrebbe mediare, smussare, comporre, armonizzare, agire, decidere, avendo come fine il bene comune e l'interesse generale, s'è invece divisa in tifoserie arroccate nella difesa, costi quello che costi, dei rispettivi consensi. Questo dice la linea della vita" Il casotto perenne è non aver mai voluto razionalmente capire che nessuno dei due può fare a meno dell'altro. Ergo, non sarebbe, è interesse comune, non sbudellarsi a vicenda, ma lavorare insieme. L’immensa complessità delle soluzioni semplici.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    13 Ottobre 2018 - 17:05

    Al direttore - La chiromante, più affidabile di mille soloni, esperti e azzeccagarbugli, legge la mano all'Italia e conclude: "La linea della vita non è lineare è contorta, vi sono tratti di non continuità, di scabrosità. Riferibili alla contesa che vi si svolge tra dominus popolo e domina economia. Il primo vuole tutto in sua funzione, la seconda nel suo complesso reale e finanziario, si tira indietro. La Politica, che dovrebbe mediare, smussare, comporre, armonizzare, agire, decidere, avendo come fine il bene comune e l'interesse generale, s'è invece divisa in tifoserie arroccate nella difesa, costi quello che costi, dei rispettivi consensi. Questo dice la linea della vita" Il casotto perenne è non aver mai voluto razionalmente capire che nessuno dei due può fare a meno dell'altro. Ergo, non sarebbe, è interesse comune, non sbudellarsi a vicenda, ma lavorare insieme. L’immensa complessità delle soluzioni semplici.

    Report

    Rispondi

  • franco.malandra

    13 Ottobre 2018 - 13:01

    Caro Claudio ottima notizia speriamo si traduca in aumento di Spread e disoccupazione e diminuzione di PIL, se poi la Merkel ci rimanda un Po di migranti facciamo BINGO. Poi spero che gli italiani aprano gli occhi. Cordiali saluti Franco

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    13 Ottobre 2018 - 11:11

    Non subito ma fra due o tre anni, quando verranno al pettine i nodi delle stupidaggini che questo governo di incompetenti ma anche di furbacchioni sta facendo, aggiungendo debiti al nostro già colossale debito, allora vedremo piombarci addosso tasse più o meno palesi (una tassa può anche non essere percepita con chiarezza dal tassato) oppure molto palesi secondo il principio che "...gli italiani ci aiuteranno...". E speriamo che non succeda il peggio: l'intervento della Troika che allora saremmo ridotti peggio della Grecia di qualche anno fa. Esagero? Lo spero vivamente

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi