La disoccupazione torna a salire: 10,9 per cento a giugno, dice l'Istat

Redazione

La disoccupazione “torna ad aumentare”, con un tasso che sfiora l’11 per cento. A giugno, comunica l’Istat, le persone in cerca di occupazione sono aumentate del 2,1 per cento (ovvero più 60mila), dopo tre mesi di crescita. Il tasso di disoccupazione sale al 10,9 per cento, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto a maggio, e cresce anche la disoccupazione giovanile (15-24 anni), che a giugno risale e si attesta al 32,6 per cento, in rialzo di 0,5 punti percentuali rispetto a maggio. “A giugno, dopo tre mesi di crescita sostenuta, l’occupazione registra un calo che si concentra soprattutto tra gli uomini e le persone con più di 35 anni”, commenta Istat. “A fronte della diminuzione dei dipendenti permanenti e degli autonomi continuano a crescere i dipendenti a termine”. Invece nei dodici mesi la disoccupazione, si sottolinea, “cala lievemente”, “mantenendosi sui livelli della fine del 2012”.  Il livello degli under25 in cerca di occupazione è nettamente inferiore al massimo raggiunto nel marzo del 2014 (43,5 per cento) ma ancora di 13 punti superiore rispetto al minimo toccato nel febbraio del 2007 (quando era 19,5 per cento). A maggio la stima degli occupati aveva invece registrato “un sensibile aumento”, con una crescita di 114mila unità rispetto ad aprile (più 0,5 per cento) e di 457mila su base annua (più 2,0 per cento).

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.