Su Cdp il governo trova l'accordo

Redazione

Vertice riservato in mattinata tra Conte, Di Maio, Tria e Giorgetti. A prevalere è la linea grillina, con Fabrizio Palermo amministratore delegato 

In un vertice a Palazzo Chigi svolto questa mattina il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il vicepremier Luigi Di Maio, il ministro dell’Economia Giovanni Tria e il sottosegretario alla presidenza Giancarlo Giorgetti hanno definito i nuovi vertici di Cassa depositi e prestiti. Secondo le prime indiscrezioni dovrebbe essere Fabrizio Palermo il prossimo amministratore delegato, manager interno alla cassa, attuale direttore finanziario, che piace ai grillini. Fuori invece Dario Scannapieco, vicepresidente della Banca europea degli investimenti, prima al Tesoro, ben visto dal ministro Tria. Massimo Tononi sarà invece il nuovo presidente, come già in precedenza indicato dalle Fondazioni azioniste di minoranza. 

   

   

L'accordo verrà ufficializzato con una nota del ministero dell'Economia, ha detto Tria lasciando Palazzo Chigi. La nomina arriva dopo quattro rinvii e sarà esecutiva dal 24 luglio, giorno in cui si terrà l'assemblea degli azionisti di Cdp.