cerca

Il vate e i suoi nipoti

Spiegare D’Annunzio a Parigi: un’appassionata biografia del poeta scritta da Maurizio Serra. Gli epigoni e le consonanze con Pasolini

16 Aprile 2018 alle 11:55

Il vate e i suoi nipoti

Gabriele D'Annunzio

Si presenta come un personaggio del Quattrocento, è spesso frainteso come antesignano di Mussolini, ma alla fine potrebbe essere stato soprattutto un Pasolini ante litteram! E’ “D’Annunzio le Magnifique”. Così, a mo’ di Lorenzo de’ Medici, il Vate è presentato ai lettori francesi in un libro appena uscito per Grasset. La firma è di un autore che in Francia ha vinto sia il Prix Goncourt de la biographie che il Prix Casanova e che ha preso un po’ l’abitudine di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Maurizio Stefanini

Romano, classe 1961, maturità classica, laurea in Scienze Politiche alla Luiss, giornalista dal 1988. Moglie, due figli. Free lance impenitente, collabora col Foglio dalla fondazione. Di formazione liberale classica, corretta da radici contadine e da un'intensa frequentazione del Terzo Mondo. Specialista in America Latina, Terzo Mondo, movimenti politici comparati, approfondimenti storici. Ha pubblicato vari libri, tra cui “I nomi del male”, ritratto dei leader dell’asse del Male, "Ultras - Identità, politica e violenza nel tifo sportivo da Pompei a Raciti e Sandri", "Da Omero al rock. Quando la letteratura incontra la canzone" e ultimo "Alce Nero un «beato» tra i Sioux". Parla cinque lingue; suona dieci strumenti (preferito, fisarmonica).

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • mussini

    17 Aprile 2018 - 11:11

    D'Annunzio "aristocratico di massa", come fulmineamente dice Pietro Gibellini, italianista e a lungo custode delle carte dannunziane al Vittoriale.

    Report

    Rispondi

Servizi