cerca

La misura eroica di Andrea

Era senza parole, non mangiava più. Ha attraversato la lingua e lo spirito dell’antica Grecia (e ne ha fatto un bestseller) per costruire la sua allegria. Incontro con Andrea Marcolongo, che ora vive a Sarajevo

9 Aprile 2018 alle 11:54

La misura eroica di Andrea

Andrea Marcolongo

“Se non sei felice, perché non prendi e te ne vai”, pensava Andrea Marcolongo ricordando una battuta di Woody Allen, e intanto lavorava con le parole ma sul polso aveva tatuato “senza parole”, che adesso ha coperto di inchiostro, un bracciale nero a dirle che c’è stato un tempo in cui non parlava, rispondeva solo: tutto bene, a chi si preoccupava per lei. Non mangiava più, non desiderava niente (“La fame non mi lasciava mai sola, mi faceva tanta compagnia”)....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi