L'incontro tra Salvini e Di Maio e le nuove promesse sulle tasse

Redazione

Tutto quello che è successo in Italia e nel mondo senza fronzoli e divagazioni 

DALL'ITALIA    

Salvini e Di Maio promettono di abbassare le tasse. “E’ una priorità per il rilancio del paese”, hanno scritto Lega e M5s in una nota congiunta dopo un incontro “positivo e cordiale” tra i due vicepremier a Palazzo Chigi. “L’Italia deve produrre un piano credibile per ridurre il rapporto debito-pil nel medio termine”, ha sottolineato il presidente della Bce, Mario Draghi, in una conferenza stampa a Vilnius.


Scontro tra Salvini e i giudici di Firenze. “Luciana Breggia ha subìto un linciaggio morale”, ha detto la presidente della Corte di Appello di Firenze, Margherita Cassano, in merito alla nota redatta dal Viminale sui magistrati sgraditi a Matteo Salvini. “Nessun linciaggio e nessun dossier”, ha risposto il ministro dell’Interno: “Volevo solo sapere se è opportuno che alcuni magistrati contrari al governo debbano giudicare le cause che coinvolgono il Viminale”. 


Cantone critica lo sblocca cantieri. “Aumenta il rischio di scelte arbitrarie”, ha detto il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione a proposito del decreto approvato oggi al Senato: “La legge incide sui poteri dell’Anac”.


Indagato il viceministro Garavaglia per un immobile venduto sotto il prezzo di mercato a Milano quando era assessore all’Economia alla regione Lombardia per la Lega.


Borsa di Milano. Ftse-Mib +0,11 per cento. Differenziale Btp-Bund a 272 punti. L’euro chiude stabile a 1,12 sul dollaro.

   

DAL MONDO

 

La Banca centrale europea lascerà i tassi invariati almeno fino alla metà del 2020 a causa delle preoccupazioni sull’inflazione. Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha detto che l’istituto è pronto a “usare tutti gli strumenti” necessari nel caso in cui il rallentamento del settore manifatturiero dovesse estendersi ad altri settori dell’economia europea.


La Federal reserve americana potrebbe tagliare i tassi d’interesse entro giugno a causa del rischio di una frenata dell’economia statunitense più brusca del previsto. Lo sostengono fonti mediatiche dopo una riunione dei presidenti della Fed a Chicago.


Macron ha chiesto a Trump di rispettare la “promessa della Normandia” durante la commemorazione per i 75 anni del D-Day. Durante il suo discorso, il presidente francese ha espresso gratitudine per il sacrificio delle truppe americane nella Seconda guerra mondiale e ha chiesto al presidente degli Stati Uniti di di tornare ai princìpi del multilateralismo. Durante il suo discorso, Trump ha detto agli alleati che “il nostro legame è indistruttibile”.


Stati Uniti e Messico hanno ripreso i colloqui per evitare l’attivazione di dazi alle esportazioni messicane, ma Trump ha detto che Città del Messico deve fare di più per limitare l’immigrazione.


L’Unione africana ha sospeso il Sudan dopo che il regime militare ha represso i manifestanti con la forza, provocando almeno 120 morti.


Ford chiuderà una fabbrica di automobili in Galles. 1.400 posti di lavoro a rischio.