cerca

Toninelli no Tav e la legge “stop Soros”. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo mercoledì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

20 Giugno 2018 alle 21:35

Toninelli no tav e la legge “stop Soros”. Le notizie del giorno, in breve

Il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

 

Giuseppe Conte si oppone alla proposta di Horst Seehofer, il ministro dell’Interno tedesco e leader della Csu che chiede di rimandare i richiedenti asilo nei paesi in cui hanno presentato inizialmente domanda. Parlando col presidente del Consiglio Ue Donald Tusk, il premier afferma che l’Italia non è disponibile a discutere dei cosiddetti “secondary movements” senza prima aver affrontato l’emergenza dei “primary movements”.

“Non vorremmo arrivare a discutere il finanziamento italiano all’Unione europea”, dice il vicepremier Matteo Salvini.


  

“Ridiscuteremo integralmente il progetto della Tav Torino-Lione”, dice il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, intenzionato a “valutare alternative” anche rispetto al nodo fiorentino dell’Alta velocità.


  

“I populisti creano psicosi”, dice il Papa, criticando le scelte sui migranti dei governi italiano e americano in un’ intervista alla Reuters.


     

Borsa di Milano. Ftse-Mib +0,16 per cento. Differenziale Btp-Bund a 219 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,15 sul dollaro.

  

DAL MONDO

   

L’Ungheria ha approvato la legge “stop Soros”. Il provvedimento proposto da Fidesz, il partito del primo ministro, Viktor Orbán, che tassa le ong e punisce chi aiuta i migranti è stato votato dal Parlamento di Budapest, benché il Consiglio d’Europa e l’Ocse avessero invitato la maggioranza di governo a rivedere il progetto di legge.


 

Bloomberg finanzierà i democratici. L’ex sindaco di New York vuole stanziare 80 milioni di dollari per sostenere il Partito democratico nelle elezioni della Camera dei rappresentanti a novembre.


 

Disney ha alzato l’offerta per Fox a 71,3 miliardi di dollari, alcuni dei quali in azioni, per superare la proposta di Comcast.


 

Hamas ha lanciato 40 razzi contro Israele e l’aviazione israeliana ha risposto colpendo 25 postazioni sulla Striscia di Gaza.


 

I Comuni hanno respinto l’emendamento anti Brexit che voleva introdurre il voto finale del Parlamento all’accordo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi