Le domande dei bambini

Le domande dei bambini

Foto LaPresse

“Se non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli”. Non per vantarmi ma io non ho nessuna difficoltà, nelle cose di fede e forse non solo in quelle, a infantilizzarmi, e avidamente ho letto “Le domande grandi dei bambini”, il nuovo catechismo di padre Maurizio Botta e don Andrea Lonardo. La prima domanda dei bambini è: qual è la differenza tra l’uomo e la scimmia? Padre Botta dà due risposte: il culto dei morti e la pratica dell’arte. I morti: “Sempre e dovunque l'uomo si è domandato se l’amore può vincere la morte, una questione che nessun animale si è mai sognato di porsi”. (Io comunque sono disponibile a chiamare fratello il primo scimpanzé che vedrò accendere un cero davanti alla tomba di mamma scimpanzé). L’arte: “Abbiamo trovato in moltissime grotte dei veri e propri affreschi con colori e immagini bellissime. I primi uomini seppellivano, disegnavano…”. (Io comunque sono disponibile a chiamare fratello il primo macaco che vedrò dipingere una nuova Cappella Sistina con, al centro dell’affresco, il Gran Macaco Giudice).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi