Dialogo di un venditore di gazzette e di un passeggere sul calciomercato

Gazzette, gazzette nuove; lunari nuovi

Dialogo di un venditore di gazzette e di un passeggere sul calciomercato

Nino Manfredi nel ruolo del venditore ambulante di caffè Michele Abbagnato, nel film “Cafè express”(1980)

Venditore di gazzette

Passeggere

 

V: Gazzette, gazzette nuove; lunari nuovi. Bisognano, messere, gazzette?

P: Gazzette rosee dell’anno nuovo?

V: Certo, messere, e corrieri diportivi e omnidiporti.

P: Recan novelle interessanti?

V: Dir nol saprei.

P: Si favella forse di scambi e commerzi nell’italico torneamento?

V: Certamente, messere!

P: Di questi solo?

V: No, messere, anco degli stranier.

P: Orbene, tutt’Europa in grandi affari sta.

V: Deh, or volge l’anno e gli squadron tutto l’orbe percorron cercando degni paladin, forti campion.

P: Credete voi che gran colpi faccian li nostri esserciti?

V: Cotesto il credo e cotesto narran le gazzette.

P: Che valorosi condottieri sull’italico suol ardan dal disio di venir?

V: In mia fe’, cotesta è verità.

P: E dunque che del Bel Paese le truppe s’afforzin nel mercato invernal?

V: Cotesto si sa.

P: Da quanto tempo vendete gazzette diportive?

V: Saranno vent’anni, messere.

P: E in cotesti quattro lustri grami soldati mai vedeste giunger qui nel mese ianuario?

V: Certo sì, di pessimi e di grami.

P: E che dicean le vostre gazzette di costor?

V: Baldi campioni ecco arrivar!

P: E forse a infoltir le misere schiere non furon chiamati falliti paladin che la virtù lor già tutta altrove mostrata avean?

V: Ben li vidi.

P: Da tutte parti convenner quivi falsi condottier, d’India, Media, Tartaria, Mauritania, Circassia…

V: Nomi mai uditi, volti scuri, di saracina fede, pagani…

P: Mascalzoni e malfattor d’ogni risma.

V: I gazzettier le grand’imprese ne magnifican vieppiù.

P: Ecco gabellato per gagliardo campion un veglio, in faccia mesta, che mostra al viso crespo e al pelo bianco, età di settanta anni o poco manco.

V: Di un altro si cantan mille imprese…

P: …che niun provare può.

V: Un altro un Orlando pare…

P: …ma finisce al soldo di ricchi mercanti nel Catai.

V: Di siffatti racconti abbondano i fogli oggidì.

P: Dunque, datemi la gazzetta più repleta di assurde novelle che avete.

V: Ecco, messere, questa vale trenta danari.

P: Ecco trenta danari.

V: Grazie, messere, e a rivederla. Gazzette, gazzette nuove; lunari nuovi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi