E' morto Noriega, l'ex dittatore di Panama

Malato da tempo era stato da poco operato un'emorragia celebrale e rilasciato di prigione. Alleato degli Stati Uniti contro il comunismo, fu rimosso dal potere da Bush senior e finì in carcere per diverse condanne

Manuel Antonio Noriega

Manuel Antonio Noriega al momento del rilascio a gennaio (foto LaPresse)

Il generale Manuel Antonio Noriega, ex leader di Panama, è morto a 83 anni. L'annuncio è arrivato dal segretario di stato per la Comunicazione, Manuel Dominguez. Pochi giorni fa era stato sottoposto a un intervento chirurgico per un'emorragia celebrale. In carcere dal 1990, a gennaio era stato rilasciato per i suoi problemi di salute.

 

Dopo essere stato uno degli alleati principali degli Stati Uniti nella loro lotta al comunismo nell'America latina. Ma il suo potere repressivo a Panama, i suoi affari con i trafficanti di droga e i rapporti poco chiari con le altre intelligence mondiali convinsero Washington a liberarsene.

 

Noriega era rimasto in carica come governatore militare per sei anni negli anni Ottanta. Ma quando gli osservatori americani decisero che il leader panamense aveva frodato alle elezioni del 1989, il presidente George HW Bush decise allora di invadere la penisola centroamericana, costringendo Noriega a cercare rifugio alla missione diplomatica del Vaticano a Panama City. Nel 1990 Noriega si arrese e fu giudicato colpevole di riciclaggio di denaro, traffico di droga e usura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi