Macron e la stampa

Perché fanno discutere le misure introdotte dall’Eliseo per gestire i giornalisti

Macron e la stampa

Emmanuel Macron (foto LaPresse)

Nuove misure e nuovi protocolli all’Eliseo con Emmanuel Macron, ma non tutti sono stati accolti benevolmente dall’opinione pubblica. E’ piaciuto molto il provvedimento appena approvato riguardante la riduzione del numero di collaboratori nei gabinetti ministeriali, è piaciuta molto meno, invece, la decisione di selezionare, d’ora in avanti, i giornalisti che seguiranno il presidente negli spostamenti interni e all’estero. Nel dettaglio: se Macron parte per una missione internazionale, la stampa accreditata sarà quella diplomatica, se invece l’appuntamento riguarda l’apertura di un...

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    21 Maggio 2017 - 22:10

    Stann'a'gguardà er capéllo, 'sti smemorati. Come se la France de la liberté non fosse nata dalla ghigliottina.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    21 Maggio 2017 - 12:12

    Questo Macron per ora appare d'oro a francesi e europeisti , tra qualche tempo mostrerà striature di piombo. Ha pestato la coda alla stampa....

    Report

    Rispondi

  • gianni.rapetti

    21 Maggio 2017 - 10:10

    Il liberalismo macroniano comincia scricchiolare.

    Report

    Rispondi

Servizi