Una trappola imprevista

Il rinnovo di Visco sta stressando le capacità di difesa di Banca d’Italia

Una trappola imprevista

Visco e Padoan alla giornata mondiale del Risparmio

Per la Banca d’Italia la commissione bicamerale di inchiesta sulla crisi del credito si sta rivelando più problematica di quanto prevedibile prima del rinnovo del mandato di governatore per Ignazio Visco avvenuto la settimana scorsa. Alla prima giornata di vero confronto in commissione, giovedì, in cui sono stati sentiti per otto ore complessive Angelo Apponi, direttore generale di Consob, e Carmelo Barbagallo, responsabile della Vigilanza di Banca d’Italia, sono emersi elementi che indicano l’inadeguatezza delle pratiche di controllo. Certo ci...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi