Mondadori (ri)vive in digitale

La lezione di Axel Springer fa scuola anche in Italia. Via obbligata per i big

Mondadori (ri)vive in digitale
La Mondadori pare lasciarsi alle spalle la crisi: nel primo semestre 2017 gli introiti pubblicitari aumentano del 15 per cento tra carta e web, “trainati dal digitale” come dice l’ad Ernesto Mauri. Un anno fa l’azienda pagò 45 milioni a Banzai, il maggior gruppo italiano di e-commerce, per siti (Giallo Zafferano, Studenti.it, Pianetadonna, Mypersonaltrainer) con 50 milioni di utenti unici, oltre a un accordo per l’utilizzo dei dati. La casa di Segrate ha fatto un’inversione a “U” rispetto alla vecchia...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi