La multa a Banca Etruria e la Francia contro Assad. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo venerdì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

La multa a Banca Etruria e la Francia contro Assad. Le notizie del giorno, in breve

Foto LaPresse

DALL'ITALIA

   

Confermata la crescita dell’Italia nel secondo trimestre. L’Istat ha comunicato che il pil, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,4 per cento nel secondo trimestre del 2017 e dell’1,5 su base annua. Confermate dunque le stime diffuse il 16 agosto. “Anche oggi arrivano buoni segnali economici: mi auguro ci consentano di proseguire la strada per assicurare altre risorse contro la povertà e l’esclusione sociale”, ha commentato il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.


  

Musumeci è candidato in Sicilia per il centrodestra. Dopo settimane di trattative Nello Musumeci guiderà alle prossime elezioni regionali una coalizione tra Forza Italia, Udc, Autonomisti, Cantiere popolare, Fdi, Noi con Salvini, Cdu, movimento civico Idea Sicilia.


  

Raggi: “L’Atac deve essere pubblica”. Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha scritto su Facebook che: “Si avvia un percorso di rinnovamento totale dell’azienda di trasporti di Roma con un obiettivo chiaro: migliorare le linee, rinnovare la flotta degli autobus, la metropolitana; ridurre i tempi d’attesa; dare ai cittadini i servizi che meritano; tutelare i dipendenti onesti”.


   

La Pa dovrà presentare i tagli alle partecipazioni pubbliche entro il 30 settembre, come previsto dalla riforma del ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia. Chi non presenterà i piani di ristrutturazione in tempo potrà incorrere in sanzioni fino a 500.000 euro o perdere i diritti sulla società.


  

La Consob ha multato Banca Etruria e alcuni componenti della dirigenza per 2,76 milioni di euro. Multato anche Pier Luigi Boschi, ex vicepresidente.


 

Borsa di Milano. Ftse-Mib +0,87 per cento. Differenziale Btp-Bund a 176 punti. L’euro chiude al ribasso a 1,18 sul dollaro.

 

DAL MONDO

 

L’Ungheria ha chiesto 400 milioni all’Unione europea come contributo alla costruzione del muro al suo confine meridionale, pensato per contrastare i flussi migratori. “Se parliamo di solidarietà europea, dobbiamo parlare anche di protezione delle frontiere”, ha detto il vicepremier Janos Lazar.


   

Assad non è la soluzione per governare la Siria dopo la fine del conflitto. Così il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian: “La pace non si può raggiungere con lui”.


  

La crisi nordcoreana si è aggravata ma non può essere risolta con la sola pressione secondo il presidente russo, Vladimir Putin: “E’ un errore pensare che i programmi missilistici-nucleari nordcoreani possano essere bloccati dalla sola pressione su Pyongyang. Bisogna affrontare i problemi della regione con un dialogo che coinvolga tutte le parti senza precondizioni”.


Secondo l’assistente presidenziale Yuri Ushakov la decisione americana di chiudere il consolato russo a San Francisco è un “esproprio illecito al quale la Russia risponderà”.


   

Cresce la disoccupazione in America. Secondo i dati forniti dal dipartimento del Lavoro, a luglio è stata del 4,4 per cento rispetto al 4,3 di giugno. Un rallentamento era atteso per motivi stagionali, ma il dato è superiore alle previsioni.


   

Annullato il voto in Kenya. La Corte suprema ha deciso che le operazioni di voto dovranno ripetersi entro 60 giorni, visto che le precedenti elezioni, che hanno riconfermato Uhuru Kenyatta come presidente, erano viziate da irregolarità e brogli.


   

Mitragliette in dotazione per gli agenti in Finlandia. Lo ha deciso il ministero dell’Interno del paese per rispondere alla minaccia terroristica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi