Via il tetto per le star Rai e la Fed alza i tassi. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo mercoledì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

Via il tetto per le star Rai e la Fed alza i tassi. Le notizie del giorno, in breve

Il nuovo direttore generale della Rai, Mario Orfeo (foto LaPresse)

In Italia 

 

“Due mandati e no ad alleanze sono principi inderogabili” del Movimento 5 stelle, ha detto Beppe Grillo, tentando così di arginare le tensioni interne ai pentastellati dopo il flop al primo turno delle elezioni amministrative. Grillo ha così smentito anche l’ipotesi di un’eventuale alleanza con la Lega nord dopo le prossime politiche.

Secondo il presidente del Pd, Matteo Orfini, “la posizione dei grillini sui migranti è identica a quella della Lega nord e di Casapound; la nostra è diametralmente opposta”.

 


 

Via libera al piano compensi in Rai per le star, che potranno superare il tetto dei 240 mila euro. Lo ha deciso il Cda.

 


 

Prodi dice no a Pisapia e chiude all’ipotesi di essere nuovamente il candidato del centrosinistra alla premiership: “No, non lo faccio. Sono un pensionato felice”, ha aggiunto il Professore.

 


  

La Camera ha approvato il ddl penale con 267 voti a favore, 136 contrari e 24 astenuti. Il ministro Enrico Costa (Ap) ha votato contro il provvedimento.

 


“No ai ticket per la Fontana di Trevi”, ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, che così respinge l’idea di far pagare l’ingresso al monumento: “Le città sono aperte e non si possono far pagare gli ingressi alle piazze”.

 


 

Sky ha acquistato i diritti Champions per il triennio 2018-2021. La tv di Murdoch si è aggiudicata in esclusiva i diritti della competizione di calcio europea.

 


 

Borsa di Milano. FtseMib -0,61 per cento. Differenziale Btp-Bund a 170 punti. L’euro chiude stabile a 1,12 sul dollaro.

 


 

Nel mondo 

 

Un incendio ha distrutto la Grenfell Tower a Londra. Il grattacielo di 24 piani è stato avvolto dalle fiamme durante la notte per delle cause ancora ignote. Il bilancio è di 12 morti e più di 70 feriti, di cui 20 gravi. Per la Farnesina ci sarebbero due italiani dispersi.

 


 

Scontro tra Germania e Fmi. Dopo la manovra varata dal Parlamento greco non sono ancora stati sbloccati gli aiuti promessi ad Atene: Berlino non intende rinegoziare il debito greco durante la campagna elettorale.

 


 

La Fed alza i tassi di un quarto di punto. La forchetta del Fed fund passa tra l’1 per cento e l’1,25 per cento, dopo il rialzo deciso lo scorso marzo.

 


  

L’Egitto ha ceduto due isole ai sauditi. Il Parlamento ha ratificato il controverso accordo concluso nel 2016 da Al Sisi. Dopo numerose sentenze il dossier è ora davanti alla Corte costituzionale.

 


 

43 manifestanti arrestati in Russia. Il tribunale di San Pietroburgo ha convalidato l’arresto amministrativo per le proteste antigovernative organizzate da Alexei Navalny, oppositore di Putin.

 


 

Il primo viaggio di Macron in Maghreb è avvenuto in Marocco. Il presidente francese ha deciso di visitare il Marocco e non l’Algeria, come da tradizione.

 


 

Un dipendente UPS ha sparato in una sede della società a San Francisco, 4 persone sono morte.

 


  

La Corte penale internazionale ha richiesto l’arresto del figlio di Muhammar Gheddafi, Seif al-Islam, per crimini di guerra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    14 Giugno 2017 - 23:11

    Le decisioni del Cda della tv pubblica sul mancato rispetto del tetto sono scandalose. Le cosiddette star dovrebbero rispettare il tetto, diversamente possono traslocare, ammesso che trovino qualche tv disposti ad accoglierli.

    Report

    Rispondi

Servizi