cerca

Il ritmo della mia settimana: giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa

Ora che che i giorni si susseguono indifferenziati e vuoti come in carcere, è più facile percepire come la settimana piatta rappresenti un avanzare nel nulla. Occorre ridare una forma al tempo

27 Marzo 2020 alle 06:00

Il ritmo della mia settimana: giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa

(foto Unsplash)

Giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa. Si ridia alla settimana il ritmo perduto: a un certo punto (approfittando dell’ambigua, decadente “Paenitenimi” di Paolo VI) un clero abbandonato dallo Spirito Santo ha abbandonato il venerdì di magro, la trippa ha cominciato a fare schifo, gli gnocchi si sono sparpagliati nel calendario dove sono stati sconfitti dalla pasta industriale. E non ho voglia di dilungarmi sulla distruzione della domenica, giorno del Signore e delle pasterelle, così evidente in questo marzo tragico. Ora che tutto è compiuto, che i giorni si susseguono indifferenziati e vuoti come in carcere, è più facile percepire come la settimana piatta rappresenti un avanzare nel nulla. Per ridare una forma al tempo si provi a fare come da ieri provo a fare io: giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa (a trovarla).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Alessandro2

    Alessandro2

    01 Aprile 2020 - 13:47

    Domenica le intramontabili lasagne.

    Report

    Rispondi

Servizi