cerca

O ami la Madre di Dio o ami Madre Terra

Greta Thunberg incontra Papa Francesco, mentre da Notre Dame si leva ancora il fumo. E' un dongiovannismo religioso

17 Aprile 2019 alle 06:09

O ami la Madre di Dio o ami Madre Terra

Greta Thunberg (foto LaPresse)

Non si possono amare due madri. L’amore è esclusivo: o ami la Madre di Dio o ami Madre Terra. In giorni di fuoco, emozione e confusione, si potrebbe comunque restaurare la ragione: dire a Greta Thunberg di andare direttamente in Senato, senza passare da San Pietro. Ricevere in qualunque modo e a qualunque titolo la piccola fanatica svedese avvalora il paganesimo ambientalista e lo avvicina al cristianesimo umanista. Che Papa Francesco saluti la sacerdotessa di Gea mentre ancora fuma la cattedrale dedicata a Maria profuma di quel sincretismo che è un dongiovannismo religioso: “Questa e quella per me pari sono”. Non si possono amare due madri e certamente i ragazzi francesi inginocchiati col rosario in mano davanti alla rovina di Notre Dame amano solo Nostra Signora ed è attraverso di loro, nello spirito della comunione dei santi, che mi commuovo davanti a quattro pietre bruciacchiate (non sono un turista, non ho perso uno sfondo per selfie). Quando colui che dovrebbe “confermare nella fede”, relativizza e dissesta, si guardino questi ragazzi che pregano e, pregando, cementano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • ceva.paola

    18 Aprile 2019 - 12:12

    Questa volta, direi che il Papa ha tirato abbastanza dritto, davanti alla ragazzina pilotata che si era illusa di essere ricevuta e di poter dire a un Papa, benché aduso a far poche distinzioni, cosa dovrebbe fare. E' rimasta dietro le transenne, come una pellegrina qualsiasi, e Francesco le ha fatto un buffetto, si è sottratto alla foto ufficiale come al selfie, e le ha detto un "vai avanti..." che sarebbe stato lo stesso per qualsiasi scolaretto in gita, e verrebbe voglia di aggiungere "...che a me...". Davvero pochino, nonostante i media abbiano cercato di stiracchiare la cosa da tutti gli angoli in favore di telecamera.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    18 Aprile 2019 - 11:11

    A pensar male.......... . Attorno a Greta forse c'è un giro di soldi ma le anime pie hanno avuto la giusta occasione per levare un coro scivoloso melenso., ma il pensiero è libertà giusto approfittarne.

    Report

    Rispondi

  • GianniM

    GianniM

    18 Aprile 2019 - 11:11

    La terra è un bene prezioso da salvaguardare. Il problema è quando diviene misura di ogni cosa, feticcio intangibile (eppure la natura muta continuamente e violentemente!), divinità che esige "sacrifici" umani. Che vuol dire che non bisogna "consumare il suolo"? Giusto evitare la cementificazione selvaggia, ma benedetto anche il "consumo" di suolo che ha prodotto Roma o Parigi, Mont Saint-Michel o San Gimignano, tanti arditi paesi di montagna e tanti ostinati villaggi di pescatori. E poi che sarebbe l' "impronta ecologica"? Combattiamo sì lo sfregio irresponsabile del territorio. Ma lodiamo l' "impronta" che hanno dato al mondo (anche consumando risorse, vivaddio) uomini illustri e poveri Cristi; certo non meritevoli - neanche i peggiori - di essere considerati meno di un baobab o di una raganella. Soprattutto se i "giudici" su chi è meritevole di nascere sono fanatici adoratori di Gaia che credono di essere semplici "ambientalisti", incapaci di una "laica" difesa della natura.

    Report

    Rispondi

  • dan0512

    17 Aprile 2019 - 18:06

    Lei sbaglia ! Ricorda il cantico delle creature di san Francesco!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi