cerca

Contro l'ansia si può scegliere: la fede o lo Xanax

L'ultimo libro di Saverio Raimondo e il tentativo di superare le paure in un tempo che non è più teocentrico

15 Maggio 2018 alle 06:18

Contro l'ansia si può scegliere: la fede o lo Xanax

Foto di Dean812 via Flickr

In “Stiamo calmi”, edito da Feltrinelli, Saverio Raimondo insegna a valorizzare le proprie ansie. Innanzitutto quella relativa al volo: “A me non me ne frega niente di vincere questa paura, perché è grazie a lei se prendo pochissimi aerei e rischio di precipitare molto meno rispetto alle persone che non hanno problemi a volare”. Nel libro aleggiano ovviamente Allen e Auden ma a un certo punto compare inaspettato Augusto Del Noce. “L’Umanesimo: un movimento che metteva l’Uomo al centro di tutto, quindi a disagio” è la frase che mi ha ricordato la critica al Rinascimento mossa dal filosofo parteggiante per il Medio Evo. Ai bei tempi teocentrici il cristiano si affidava alla volontà di Dio, dunque per stare calmo non aveva bisogno di Lexotan e Xanax, spesso citati nel libro di Raimondo e sì, farmaceutico risultato dell’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci. Gli ansiosi leggano “Stiamo calmi” oppure tornino alla fede dell’Anno Mille.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • emiliosisi

    15 Maggio 2018 - 08:08

    Simpatico, come sempre. Utile, purtroppo no. Se mia nonna avesse avuto le ruote era un carretto (detto popolare).

    Report

    Rispondi

    • odradek

      odradek

      15 Maggio 2018 - 18:06

      Ma dai, la mia una carriola. Questione di lignaggio?

      Report

      Rispondi

Servizi