cerca

Dalle unioni civili alle canzoni di Natale. Non stupitevi se Gesù diventa Perù

Claudio Magris sul Corriere accusa di “scemenza” le maestre di Pordenone. Sbaglia, sono solo coerenti con il non-pensiero dominante

3 Gennaio 2018 alle 06:00

Dalle unioni civili alle canzoni di natale. Non stupitevi se Gesù diventa Perù

Un presepe Playmobil (Foto Pixabay)

Fossi in Claudio Magris, ma grazie a Dio ragiono meglio, non avrei accusato di scemenza la maestra di Pordenone che ha cambiato le parole di un canto natalizio, togliendo Gesù e mettendo Perù, allo scopo di non turbare gli alunni di altre religioni. Avrei parlato invece di coerenza. Con la tendenza culturale, col non-pensiero dominante e, guarda caso, con l’articolino sottostante all’articolone dello scrittore immeritatamente triestino. Nella stessa pagina del Corriere c’era un elogio delle nozze saffiche (vulgo: unione civile) di due donne ottantenni in quel di Modena. Simili celebrazioni, parodie matrimoniali, sono per l’appunto Perù al posto di Gesù (colui che ordinò all’adultera di non peccare più, che precisò di non voler abolire la legge del Padre che aveva bruciato Sodoma, che in Matteo 19 si preoccupò di definire il matrimonio cristiano…). In Italia, in Europa, in occidente, Gesù è stato sostituito da Perù ormai da lunga pezza: il Corriere della sera in prima pagina faccia scrivere le maestre di Pordenone, sono più aggiornate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • daniele.velon

    03 Gennaio 2018 - 22:10

    Condivido tutto ... o quasi: lo scrittore meritatamente triestino ragiona benissimo. Quindi lei Langone, che sostiene di ragionare meglio, è almeno da Nobel.

    Report

    Rispondi

  • robyv73

    03 Gennaio 2018 - 22:10

    Diamo tempo al tempo, fra qualche anno Gesù tornerà a chiamarsi Gesù perché la religione dominante sarà quella islamica e per i mussulmani Gesù era un profeta pertanto sarà una grave offesa cambiargli nome e le maestrine o i maestrini che tanto temono l'offesa verso le altre religioni, non capendo che così offendono la nostra, non si sogneranno di farlo, le frustate fanno male.

    Report

    Rispondi

  • adebenedetti

    03 Gennaio 2018 - 18:06

    Come al 99.99% condivido. Fuori tema: Bellissima la sua intervista a Giovanni Gasparro

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    03 Gennaio 2018 - 08:08

    Da non credente colgo 'solo' la comicità demenziale che da tempo pervade ogni manifestazione del politicamente corretto. Più o meno da 'presidenta'.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi