cerca

“Crosetto in lista nel nord ovest, Bentivogli nel nord est”. Lo scherzo (profetico?) di Carlo Calenda

In due minuti stila le liste prossime venture di "Siamo europei". È tutto la celia di tre amici al bar. Vero?

28 Marzo 2019 alle 21:27

Loading the player...

"Allora, nord est o nord ovest?". Carlo Calenda in due minuti stila le liste prossime venture di "Siamo europei". L'occasione è la presentazione del libro "Contrordine compagni" di Marco Bentivogli, contro il neoluddismo.

 

Il cialtro-sovranismo si può sconfiggere con l’ottimismo modello Marco Bentivogli

L’immaginario della nostalgia non si affronta aggiungendo catastrofismo al pessimismo ma spiegando come trasformare il futuro nel migliore alleato per la crescita di un paese. Lezioni utili dal libro del sindacalista della Cisl

  

Galleria Alberto Sordi, Roma. Addì 28 Marzo. "Crosetto nord ovest, Bentivogli nord est". Calenda scherza. Si diverte. "Io dico quello che penso". Guido Crosetto, parlamentare meloniano che è riuscito – impresa titanica perfino per un gigante come lui – a dimettersi dalla Camera, fa il burbero: "Ma fategli fare il ministro", a 'sto Calenda qui, "un ruolo tecnico...". E istigato dalla divertita severità fuoricampo della senatrice dem Valeria Fedeli ("Digli qualcosa, Crosetto, tu che sai far politica!") fa finta di arrabbiarsi: "Già non dovrei parlargli per solidarietà con Giorgia!". Accenna alla dimenticabilissima polemica fra Calenda e la Meloni sulle coppie miste. "Nudo sul pontile!" rilancia poi Crosetto, stavolta riferendosi all'altrettanto censurabile autoritratto di Calenda in costume da bagno. "Dovresti farlo anche tu!", replica pronto l'altro. Bentivogli, più schivo, si limita a schermirsi. Calenda scherza. Si diverte. Perché è tutto la celia di tre amici al bar, anzi, in libreria. Vero?

Francesco Cocco

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • leless1960

    29 Marzo 2019 - 13:50

    Io spero che scherzi. Non perché non mi piacerebbero forze trasversali, fatte di gente seria e capace, che dessero un segnale nuovo, scevro dallo schieramentismo ottocentesco, ma perché sarebbe purtroppo un balzo troppo in avanti, seguito al massimo dal due o tre per cento de sti maledetti consensi.

    Report

    Rispondi

Servizi