cerca

Lontano dalla politica, il cervello di Tremonti si è rimesso in cammino

Ora il brillante d’antan è divenuto un commentatore equilibrato. I sovranisti si dovranno accontentare di Rinaldi e Borghi

8 Novembre 2018 alle 06:20

Lontano dalla politica, il cervello di Tremonti si è rimesso in cammino

Giulio Tremonti (foto LaPresse)

Abbiamo un nuovo Tremonti, dico nuovo di zecca, e me ne compiaccio. L’ho intravisto, di un’eleganza un po’ antica e un po’ dandy, arbasiniana, quando era consulente del ministro delle Finanze Rino Formica, mio idolo della prima e unica Repubblica. L’ho rivisto nel governo del cambiamento, quello che nel 1994 ci diede l’alternanza, l’incarnazione del maggioritario, e una lunga stagione di riforme o azioni liberali in reazione ai progetti golpisti della magistratura militante, liberali nel linguaggio e nelle cose e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • DBartalesi

    08 Novembre 2018 - 12:12

    Da noi l'influenza populista si è diffusa dopo il crollo della Prima Repubblica, assumendo forme più o meno gravi e virulente. Quella berlusconiana è stata la prima e forse la più spettacolare, con quei sintomi che a volte ricordavano il satirismo. Poi altre metasmorfosi, ne ricordiamo alcune : la "giustizialista", la "renziana", la "grillina" (famosa per gli eccessi di parolacce simili alla sindrome di la Tourette), fino all'ultima e più grandiosa, la "sovranista". Lei caro Ferrara, dopo essersela beccata in forma tosta, grazie al Cielo è scampato alla prima. E anche il prof.Tremonti, che ne ha fatta più d'una,come nota acutamente pare definitivamente guarito. Buon segno per tutti. Vuol dire che il contagio sta lentamente passando. Che forse si può tornare a fare politica senza farlo "troppo strano".

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    08 Novembre 2018 - 10:10

    Congratulazioni a te, carissimo Giuliano, per questa riflessione molto acuta e intelligente attorno alle vicende di un governante intelligente che però non pochi danni si e’ procurato e ci ha procurato per l’ambizione di fare il premier dopo Berlusconi, o magari anche un po’ prima del naturale declinare della sua parabola. E mille grazie per avere ancora una volta reso onore all’intelligenza di Rino Formica, della cui amicizia anch’io, se permetti mi sono sentito sempre molto onorato e altrettanto orgoglioso. Grazie Giuliano per il dono di un lampo di bellezza ed umanita’ purtroppo dentro a un cielo cupo e tenebroso, sovraffollato da tanta brutta gente.

    Report

    Rispondi

  • eleonid

    08 Novembre 2018 - 08:08

    Detto da lei,sig. Ferrara, ci di può credere.Anche perché è l'unico a riconoscere che la vera Repubblica italiana è stata senza dubbio la Prima, quella che fondò l'Europa, e che oggi la terza Repubblica vuole distruggere.

    Report

    Rispondi

Servizi