cerca

Sette libri da brivido da gustare ad Halloween

Tra classici moderni e piccoli gioielli del panorama contemporaneo, la narrativa gotica mantiene intatto il suo fascino. Consigli di lettura per “tutti coloro che sanno che i mostri sono reali”

27 Ottobre 2019 alle 06:00

Tra i tanti libri usciti negli ultimi mesi, ce n’è stato uno del quale mi ha colpito la dedica, prima ancora che la storia o il titolo. “A tutti coloro che sanno che i mostri sono reali”.

 

Non viene usato il verbo “credere”, “pensare” o “immaginare”. Viene utilizzato il verbo “sapere”. Che siano mostri “veri”, dei quali ormai conosciamo forme e colori – lupi mannari, goblin o vampiri – o che siano mostri della mente, di sicuro più facili da analizzare sebbene spesso più difficili da riconoscere al primo impatto, tutti siamo consapevoli dell’esistenza di quell’elemento, di quell’entità, in definitiva di “quel qualcosa” che alimenta la nostra angoscia arricchendola di ansie, inquietudini e affanni. È dietro questa piccola certezza, alla quale siamo soliti conferire una veste letteraria, di narrazione fantastica, che si cela la paura dell’uomo di scoprire che, in fin dei conti, nulla dipende da fattori esterni ma tutto accade sempre e solo dentro di noi.

  

Partendo proprio da qui, dal sentimento più forte subito dopo l’odio, ossia la paura – l’unica emozione, come sosteneva Edmund Burke, in grado di “derubare alla mente tutti i poteri di agire e di ragionare” – abbiamo stilato una piccola classifica di sette libri (sette, esatto, perché non a caso il 7 è il numero magico per eccellenza) da gustare tra ottobre e novembre.

 

Tra classici moderni e piccoli gioielli del panorama contemporaneo, la narrativa gotica mantiene intatto il suo fascino, ieri e sempre. A voi scoprire a quale dei volumi che seguiranno appartiene la dedica di cui sopra.

Giulia Ciarapica

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi