cerca

I sentimenti anti-business iniziano ad allarmare l'economia italiana

La rassegna stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese

11 Luglio 2019 alle 08:58

I sentimenti anti-business iniziano ad allarmare l'economia italiana

foto LaPresse

I sentimenti anti-business fanno scattare segnali di allarme

Londra, 11 lug 08:30 - (Agenzia Nova) - Muovendo da un'analisi del salvataggio di Alitalia da parte del governo, il quotidiano britannico "Financial Times" denuncia i sentimenti anti-business diffusi nella maggioranza, soprattutto nel Movimento 5 Stelle (M5S). In particolare, il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio, ministro dello Sviluppo economico, del Lavoro e degli Affari sociali nonché capo politico del M5S, avrebbe usato il sistema del bastone e della carota per costringere la società Atlantia, controllata dalla famiglia Benetton e titolare delle concessioni per la gestione di gran parte della rete autostradale italiana, a iniettare ulteriori capitali entrando nell'azionariato di Alitalia in posizione ampiamente subordinata al controllo statale. L'iniziativa si inserisce nel quadro di un ennesimo piano di salvataggio di Alitalia, che dovrebbe essere concluso durante la riunione del consiglio di amministrazione della compagnia di bandiera italiana che si terrà nella giornata di oggi. Per il "Financial Times", il salvataggio di Alitalia e altre vicende simili dimostrerebbero che in Italia starebbe prevalendo un clima di sfiducia e di sospetto nei confronti delle grandi aziende, che rischia di spingere le imprese ad abbandonare il paese.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

La criminalizzazione della solidarietà

Madrid, 11 lug 08:30 - (Agenzia Nova) - Salvare vite umane è un crimine? Per il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, non c'è dubbio: la risposta è sì, lo è. Nel 2013, in poco più di un anno e grazie all'operazione Mare Nostrum, le ong del Mediterraneo hanno contribuito a salvare 170mila vite ma oggi, pochi anni più tardi, l'Italia ha proibito alle navi dedicate al salvataggio in mare di attraccare nei suoi porti. Ma c'è di più: chi, come Carola Rackete, ha il coraggio di disobbedire è accusato di essere un "criminale" e di agire nell'illegalità. E' quanto si legge in un articolo di commento pubblicato oggi, 11 luglio, dal quotidiano spagnolo "El Pais", in cui si sottolinea come le parole e i toni di Salvini mettano a disagio mezzo Europa, a partire dal presidente tedesco Frankm Walter Steinmeier, secondo cui chi salva vite umane non può essere considerato un criminale, e dall'Eliseo, che ha definito "isterica" la strategia del leader leghista.

Leggi l’articolo del Pais

 

Salvini vuole una giustizia “a piacimento del governo”

Berlino, 11 lug 08:30 - (Agenzia Nova) - A seguito della vicenda della nave “Sea Watch 3” e della decisione del giudice per le indagini preliminari di Agrigento, Alessandra Vella, di rilasciare il capitano dell'unità, Carola Rackete, dagli arresti domiciliari cui era stata sottoposta a Lampedusa, il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini, ministro dell'Interno e leader della Lega, ha affermato “la necessità di una riforma della giustizia”. Tuttavia, riferisce il quotidiano tedesco “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, secondo l'opposizione tale provvedimento minerebbe l'indipendenza dei giudici . Salvini ha definito la decisione di Vella su Rackete “ingiusta e vergognosa”, nonché “pericolosa perché con motivazioni politiche”. Per il leader della Lega, “il verdetto non riflette l'indipendenza della magistratura, bensì la sua follia”. Pertanto, secondo il titolare del Viminale, è “urgentemente necessaria” una riforma della giustizia. Tuttavia, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, esponente del Movimento 5 Stelle (M5S) ha respinto la proposta di Salvini. “L'indipendenza della magistratura è sancita dalla Costituzione, si può essere d'accordo o meno con una sentenza, ma non si può giungere ad attaccare un giudice chiedendogli di spogliarsi della toga e darsi alla politica”, ha detto Bonafede in riferimento ad alcune affermazioni di Salvini su Vella. Secondo Luca Poniz, presidente dell'Associazione nazionale magistrati (Anm), “Salvini non ha fornito alcuna analisi dettagliata del perché la sentenza su Rackete sia sbagliata”. Il presidente dell'Anm, la riforma della magistratura auspicata dal ministro dell'Intero intende creare “una giustizia a piacimento della maggioranza di governo”.

Leggi l’articolo della Frankfurter Allgemeine Zeitung

 

Salvini sceglie Fontana per il ministero degli Affari europei

Parigi, 11 lug 08:30 - (Agenzia Nova) - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno, il leader della Lega Matteo Salvini, sceglie l’ultraconservatore Lorenzo Fontana per la guida del ministero degli Affari europei dopo che Paolo Savona è stato nominato presidente della Commissione nazionale per le società e la Borsa (Consob). Lo scrive il quotidiano francese “Le Monde”, che definisce fontana come il fautore “della svolta identitaria della Lega” e la “bestia nera delle associazioni femministe”. Per questo motivo il neo-nominato ministro rischia di essere “un interlocutore molto difficile per Bruxelles”. Con questa scelta Salvini mette un suo fedele alleato e collaboratore in uno dei post-chiave del governo, in vista del braccio di ferro che si annuncia con le istanze europee sulla manovra del 2020.

Leggi l’articolo del Monde

 

Sophia Loren torna al cinema a 84 anni

Madrid, 11 lug 08:30 - (Agenzia Nova) - Sophia Loren, icona del cinema italiano e vincitrice dell'Oscar come miglior attrice nel 1962, torna sul grande schermo a 84 anni e dopo 10 anni lontano dai riflettori. Lo scrive la stampa spagnola, precisando che la Loren interpreterà Madame Rosa, una sopravvissuta all'Olocausto che ospita un senegalese di 12 anni, nel film "La vita davanti a sé", diretto dal figlio, il registra Edoardo Ponti.

Leggi l’articolo del Mundo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi