Salvini fa campagna elettorale sul Cara di Mineo

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Times, Figaro, Les Echos, El Pais e Guardian

Immigrazione: Salvini chiude il Cara di Mineo per mobilitare il consenso

Londra, 29 gen – (Agenzia Nova) – L'Italia chiuderà il centro d'accoglienza per richiedenti asilo (Cara) di Mineo in Sicilia, tra i più grandi d'Europa. Lo riferisce oggi il quotidiano britannico "The Times", affermando che la chiusura del Cara di Mineo è stata decisa dal ministro dell'Interno, il leader della Lega Matteo Salvini, per mobilitare il consenso a favore del partito in attesa delle elezioni europee di maggio prossimo. Nella giornata di ieri 28 gennaio, durante una visita in Sicilia; Salvini ha dichiarato che i 1.300 ospiti del Cara di Mineo, dopo la chiusura della struttura, saranno distribuiti in centri di accoglienza di minori dimensioni. Il titolare del Viminale ha spiegato che all'origine della chiusura del Cara di Mineo ci sono motivi di sicurezza pubblica, come l'arresto a Catania nella scorsa settimana di 19 membri dei "Viking", banda della mafia nigeriana, accusati di utilizzare proprio il Cara di Mineo come base per i loro traffici di droga. 

Continua a leggere l'articolo del Times

 


 

Francia-Italia: le differenze tra i gilet gialli e il Movimento 5 Stelle

Parigi, 29 gen – (Agenzia Nova) – “Ci sono delle differenze tra la creazione del Movimento 5 Stelle e i balbettamenti politici di alcuni gilet gialli”. È quanto affermato dallo storico Jacques de Saint Victor in un’intervista rilasciata a “Le Figaro”. De Saint Victor spiega che il partito italiano oggi al potere insieme alla Lega è nato grazie all’iniziativa del comico Beppe Grillo, che si è imposto come “leader incontestato” fin dall’inizio. I gilet gialli, invece, ancora non hanno scelto un rappresentante, e men che meno una linea politica. “Penso che un giorno o l’altro la Francia, come l’Italia, non scapperà all’urgenza di un movimento antipolitico”, spiega lo storico francese, aggiungendo che queste sensibilità progrediscono in occidente perché corrispondono a questa crisi di fiducia nei confronti dei partiti tradizionali, in particolare, e di tutte le élite in generale”.

Continua a leggere l'articolo del Figaro

 


Francia-Italia: la strategia “senza futuro” del governo italiano

Parigi, 29 gen – (Agenzia Nova) – Gli attacchi che il governo italiano sta portando alla Francia rappresentano una strategia “senza futuro”, visto che Roma ha tutto da perdere in un conflitto diplomatico con Parigi. È quanto afferma il quotidiano francese “Les Echos”. Sebbene i rapporti tra i due paesi siano sempre stati complessi, ora è in atto una vera e propria “crisi”, visto che il vertice franco-italiano previsto nel 2018 ancora non si è tenuto e i lavori per il trattato del Quirinale sono a un punto morto. Le forze populiste al governo in Italia stanno cavalcando un sentimento antifrancese fortemente radicato nella paese, che in questi ultimi mesi è stato alimentato da una serie di episodi, come la rinegoziazione del dossier Fincantieri-Stx o la crisi libica. Per il Movimento 5 Stelle e la Lega, il presidente francese Emmanuel Macron rappresenta l’avversario ideale contro cui fare una “campagna elettorale permanente” che possa distogliere l’attenzione dai problemi economici dell'Italia. In questo contesto, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha una funzione da “mediatore”, nel tentativo di calmare gli animi. Tuttavia, l’Italia rischia con questa strategia, visto che la Francia possiede duemila imprese italiane e impiega circa 250 mila dipendenti italiani. Tuttavia, Roma continuerà a creare polemiche contro la Francia “almeno fino alle elezioni europee”, conclude “Les Echos”. 

Continua a leggere l'articolo di Les Echos

 


 

Italia: la crisi senza fine del sistema bancario

Madrid, 29 gen – (Agenzia Nova) – Il 2019 non è iniziato nel migliore dei modi per le banche italiane. Monte dei Paschi di Siena, l'istituto riscattato dallo Stato due anni fa, ha ammesso di aver ricevuto una missiva in cui la Banca centrale europea (Bce) chiede di smaltire i crediti deteriorati entro sette anni e procedere con la ristrutturazione del capitale mentre Carige, commissariata dall'Eurotower dopo una crisi senza precedenti, si è convertita nell'ultima spina nel fianco del già travagliato sistema bancario nazionale, che riesce a stare in piedi con molti sforzi. Lo scrive oggi il quotidiano spagnolo "El Pais" che, in un articolo di commento, fa il punto sulla salute del traballante sistema bancario del Belpaese, concentrandosi sulla crisi di Monte dei Paschi, la banca più antica del mondo, fondata nel lontano 1472. 

Continua a leggere l'articolo di El Pais

 


 

Telecom Italia: Vivendi tenta il “blitz” contro Elliot

Parigi, 29 gen – (Agenzia Nova) – In attesa dell’assemblea generale di Telecom Italia, prevista per il 29 marzo, Vivendi ha lanciato in questi ultimi giorni un “blitz” contro il fondo statunitense Elliot per modificare il consiglio di amministrazione. È quanto afferma il quotidiano francese “Les Echos”, ricordando che il 4 maggio Elliot ha preso il controllo del consiglio di amministrazione di Telecom Italia nonostante detenga solamente il 9 per cento del capitale. Vivendi, che è l’azionista di maggioranza con il 24 per cento, non riesce a capovolgere la situazione. La società francese ha scritto alla Consob e al collegio sindacale di Tim per denunciare la governance del gruppo. Il contesto politico italiano per la società di Vincent Bolloré non è dei migliori in questo momento, visto il sentimento anti-francese che si è sviluppato negli ultimi giorni dopo gli attacchi del governo italiano al presidente francese Emmanuel Macron.

Continua a leggere l'articolo di Les Echos

 



 
Francia-Italia: Mondelez sfida la Ferrero lanciando sul mercato francese una nuova crema al cioccolato

Parigi, 29 gen – (Agenzia Nova) – Il gruppo statunitense Mondelez, proprietario di Milka, sfida la Nutella prodotta dalla Ferrero lanciando in Francia la crema al cioccolato spalmabile Patamilka. Lo riferisce “Les Echos”, ricordando che nell’Esagono la Nutella controlla circa il 75 per cento di un mercato che vale mezzo miliardo di euro e registra una crescita che oscilla tra il 3 e il 4 per cento ogni anno. Mondelez è sbarcato quindici anni fa in Europa acquisendo i biscotti Lu alla Danone e adesso si posiziona come concorrente diretto della Ferrero. I primi esemplari di Patamilka sono arrivati sugli scaffali dei supermercati francesi a dicembre. “I primi risultati sono stati molto incoraggianti vista la grandezza della sfida”, ha dichiarato Charlotte Prestat, direttrice marketing della divisione cioccolato del gruppo statunitense. 

Continua a leggere l'articolo di Les Echos

 


 

Italia: smettere di bere il prosecco per difendere l'ambiente

Londra, 29 gen – (Agenzia Nova) – Il quotidiano britannico "The Guardian" si chiede oggi se non si debba aggiungere il prosecco italiano alla già lunga lista di cibi e bevande che danneggerebbero l'ambiente, come il merluzzo del Nord Atlantico a causa della pesca eccessiva, la carne di manzo per l'impatto dell'allevamento sui cambiamenti climatici ed il caffè per la grande quantità dii acqua necessaria alla sua coltivazione. Secondo il "Guardian", la questione è stata sollevata da un recente studio che dimostrerebbe l'eccessiva erosione del suolo provocata dalla produzione del prosecco in Itala nord-orientale. 

Continua a leggere l'articolo del Guardian