cerca

Marchionne lascia Fca. Finisce l'èra dell'uomo che ha provato a cambiare l'Italia

Produttività, concertazione aziendale, flessibilità. Il manager ha introdotto nelle aziende che ha guidato una nuova cultura del lavoro  

21 Luglio 2018 alle 19:33

Marchionne lascia Fca. Finisce l'èra dell'uomo che ha provato a cambiare l'Italia

Sergio Marchionne (foto LaPresse)

La successione era attesa, annunciata mesi fa e prevista per il 2019. Sergio Marchionne aveva detto di essere stanco, “consumato” e di aver voglia di “fare qualcosa d'altro”. Tutti quindi, da tempo, si interrogavano su chi potesse essere il successore dell'uomo che, negli ultimi 14 anni, ha guidato la Fiat facendole raggiungere risultati inimmaginabili. Ma nessuno si aspettava che quella successione sarebbe arrivata con largo anticipo.

 

La notizia si era già diffusa ieri e stamattina è arrivata la conferma. Fca ha convocato un consiglio di amministrazione straordinario e ha nominato Mike Manley nuovo amministratore delegato. Louis Carey Camilleri è invece il nuovo amministratore delegato della Ferrari, con John Elkann che ne diventa presidente.

 

 

“Condizioni peggiorate”

Poco dopo le 18 Fca ha diffuso un comunicato nel quale spiega le ragioni dell'avvicendamento. “Fca - si legge - comunica con profonda tristezza che in settimana sono sopraggiunte complicazioni inattese durante la convalescenza post-operatoria del Dr. Marchionne, aggravatesi ulteriormente nelle ultime ore. Per questi motivi il Dr. Marchionne non potrà riprendere la sua attività lavorativa. Il Consiglio di Amministrazione di Fiat Chrysler Automobiles, riunitosi in data odierna, ha espresso innanzitutto la sua vicinanza a Sergio Marchionne e alla sua famiglia sottolineando lo straordinario contributo umano e professionale che ha dato alla Società in questi anni”. Secondo le indiscrezioni pubblicate ad inizio di luglio Marchionne si trova ricoverato in una clinica Svizzera dove si sarebbe sottoposto ad un intervento alla spalla destra.

 

Le parole di Elkann 

Anche John Elkann ha diffuso un comunicato nel quale si dice “profondamente addolorato per le condizioni di Sergio. Si tratta di una situazione impensabile fino a poche ore fa, che lascia a tutti quanti un senso di ingiustizia. Il mio primo pensiero va a Sergio e alla sua famiglia”.

“Sergio - prosegue - ha sempre fatto la differenza, dovunque si sia trovato a lavorare e nella vita di così tante persone. Oggi, quella differenza continua a farla la cultura che ha introdotto in tutte le aziende che ha gestito e ne è diventata parte integrante. Le transizioni che abbiamo appena annunciato, anche se dal punto di vista personale non saranno prive di dolore, ci permettono di garantire alle nostre aziende la massima continuità possibile e preservarne la cultura. Per me è stato un privilegio poter avere Sergio al mio fianco per tutti questi anni”.

 

Chi è Mike Manley

Manley, nuovo amministratore delegato di Fca è stato negli ultimi anni ad e presidente del marchio Jeep. Fa parte Group executive council (Gec) di Fca. Nato a Edenbridge, nel Regno Unito, il 6 marzo del 1964 è entrato nel gruppo DaimlerChrysler nel 2000, come direttore delle sviluppo della rete per la Gran Bretagna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi