Storie di padri e figli

Altro che la bandiera del “tengo famiglia”. Carlo e Rodolfo De Benedetti, Luciano e Alessandro Benetton, fino al testamento di Caprotti contro gli eredi. Il familismo aziendale non regge più

Salvatore Merlo

Email:

merlo@ilfoglio.it

Storie di padri e figli

Carlo e Rodolfo De Benedetti (foto LaPresse)

"L’intervista rilasciata da mio padre qualche giorno fa ha generato disorientamento", scriveva il 13 dicembre su Repubblica Marco De Benedetti, il presidente di Gedi, il gruppo editoriale di famiglia. E quella del secondogenito, cinquantenne dall’aria spigliata e dicono libertina, era un lettera densa d’implicazioni, una decisa presa di distanze dalle parole dall’ottantenne Carlo De Benedetti, il papà. Una smentita dei suoi pensieri estremamente diretti e spettinati su Eugenio Scalfari, il fondatore di Repubblica che aveva detto di preferire Berlusconi a...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi