cerca

Il nuovo Ponte Morandi e le dimissioni del premier belga

Tutto quello che è successo in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

18 Dicembre 2018 alle 20:41

Il nuovo Ponte Morandi e le dimissioni del premier belga

Il premier belga Charles Michel (foto LaPresse)

Via libera definitivo alla Camera al ddl anticorruzione. La legge è stata approvata nonostante due votazioni a scrutinio segreto (sull’abuso d’ufficio e sul peculato). Forza Italia non ha partecipato al voto. Contrario il resto dell’opposizione, a favore M5s e Lega.

 

“Accordo informale Ue-Italia raggiunto”, hanno fatto sapere martedì fonti del ministero dell’Economia. Palazzo Chigi in serata ha stemperato le attese.

 

A Roma proteste contro il governo. Gli autisti delle auto a noleggio con conducente sono scesi in piazza contro una norma della manovra che prevede il ritorno in rimessa dopo ogni trasporto.

  

Il ponte Morandi sarà ricostruito da Salini Impregilo, Fincantieri e Italferr. Costerà 202 milioni di euro e verrà seguito il progetto dell’architetto Renzo Piano, che sovraintenderà i lavori.

Il Genio civile dell’esercito riparerà le buche nella Capitale. “Una grande vittoria per Roma e i romani” ha detto il sindaco Virginia Raggi.

 

In aumento l’abbandono scolastico. I giovani di 18-24 anni con la licenza media che non sono inseriti in un percorso di istruzione o formazione sono il 14 per cento del totale (+0,2 rispetto al 2016).

  

Rimpatriata la salma di Megalizzi, il giovane ucciso a Strasburgo l’11 dicembre.

 

Borsa di Milano Ftse-Mib -0,03 per cento. Differenziale Btp-Bund a 270 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,13 sul dollaro.

  


DAL MONDO


 

La borsa americana recupera dopo giorni di rosso. Nel pomeriggio di martedì il Dow Jones ha recuperato un punto percentuale, dopo una lunga discesa. Nonostante questo, dicembre potrebbe essere il peggior mese per la Borsa americana dal maggio 2010, nel pieno della crisi.

 

Chiude la Trump Foundation. La famiglia del presidente americano ha acconsentito alla chiusura dopo che la procura di New York aveva aperto un’inchiesta accusando Trump di aver usato l’associazione senza fini di lucro per scopi personali e politici.

Trump ha ordinato la creazione di uno “Space Command” al Pentagono, prodromico alla creazione della Space Force.

 

Xi Jinping difende le strategie del Partito comunista. In un discorso tenuto a Pechino in occasione dei quaranta anni delle Riforme economiche, il presidente cinese ha detto che il Partito continuerà a controllare “tutte le attività” e nessuno può “dire alla Cina cosa fare”.

Ken Hu, attuale ceo di Huawei, ha detto che l’azienda è sotto attacco per ragioni “ideologiche e geopolitiche”.

 

Si è dimesso il premier belga. Charles Michel ha perso il voto di fiducia dopo che il suo governo era andato in minoranza per le polemiche sul Global compact.

 

Londra si prepara al no deal. Martedì il governo ha annunciato che i preparativi per un mancato accordo sulla Brexit sono la priorità di tutti i dipartimenti.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    18 Dicembre 2018 - 22:10

    Il Genio "civile" dell'Esercito riparerà le buche nella Capitale. "Una grande vittoria, per Roma e i romani!", ha detto il sindaco Virginia Raggi. (Mé, ...am scàpa da rédar…)

    Report

    Rispondi

Servizi